Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: la guerra cinematografica dei vulcani rievocata da Tindaro Gatani

 - di Marcello Crinò -

Sabato 29 settembre 2018 nell’Auditorium Maggiore La Rosa è stato rievocato un momento importante della cinematografia italiana e mondiale che per certi versi si è intrecciata con il nostro territorio. “Tra il fuoco di Stromboli e quello di Vulcano” il titolo dell’interessante conferenza, tenuta dallo studioso Tindaro Gatani, che altre volte abbiamo avuto presente nella nostra città. Originario di Librizzi ma vissuto per lungo tempo in Svizzera, Gatani si è adoperato per divulgare l’immagine dell’Italia all’estero, attraverso libri e conferenze, in virtù delle quali ha ottenuto numerosi riconoscimenti e titoli onorifici. L’evento è stato organizzato dal Rotary Club di Barcellona Pozzo di Gotto, con la partecipazione della F.I.D.A.P.A., del Lions Club, della Pro Loco Manganaro e del Network delle Associazioni Culturali. Ad introdurre i lavori è stato il “Prefetto” del Rotary, Salvatore Miano, il quale, dopo l’esecuzione degli inni con il saluto alle bandiere, ha dato la parola al presidente del sodalizio Andrea Ravidà, che ha aperto la serata con l’abituale tocco alla campana del Rotary. Per l’Amministrazione Comunale ha portato i saluti l’Assessore Nino Munafò.

DSCF0363

 

Gatani, con una lunga e interessante introduzione con l’ausilio di immagini e video d’epoca, ha delineato la nascita del Neorealismo cinematografico italiano, per giungere al momento centrale della sua conferenza, cioè la relazione tra il regista Roberto Rossellini con Anna Magnani prima e Ingrid Bergman dopo, con il relativo tradimento della Magnani. La nascita del Neorealismo e il film Roma città aperta di Rossellini, ha evidenziato Gatani, ha rappresentato uno spartiacque nella storia del cinema. La presenza di queste due dive del cinema porterà alla realizzazione simultanea di due film nelle Isole Eolie, dove si intrecceranno realtà e finzione cinematografica, scatenando una vera guerra tra le due produzioni: Rossellini con la Bergman girerà Stromboli, nell’isola omonima, mentre la Magnani nell’altra isola girerà Vulcano, con la regia dell’americano William Dieterle, prodotto dalla Panaria film.

DSCF0369

Alcune scene, come la mattanza dei tonni, furono girate a Milazzo (per Vulcano) e ad Oliveri (per Stromboli). La Panaria film, pionieristica casa di produzione cinematografica nata per la volontà del principe Vincenzo Alliata, fu la prima a realizzare una macchina da presa subacquea, utilizzata proprio per il film Vulcano. Da questa esperienza trarrà profitto l’allora giovane Folco Quilici, autore di straordinari film e documentari sul mondo sommerso. I due film non ebbero riscontro al botteghino, furono un flop, ma ebbero il merito di far conoscere le Isole Eolie nel mondo e scandalizzare l’Italia bigotta e l’America puritana. Tra i testimoni di tutta questa vicenda italiana del dopoguerra, ma proiettata sul piano internazionale (la Magnani dopo queste esperienza lavorerà molto negli USA), da annoverare Federico Fellini (mostrato da Gatani nell’unica apparizione come attore in un film con la Magnani), Orson Welles, Vittorio De Sica, Alfred Hitchcook, Antony Quinn.  

Ultima modifica il Domenica, 30 Settembre 2018 08:38
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30