Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: entusiasmo al Teatro Mandanici per Edoardo Bennato

- di Marcello Crinò -

E’ iniziato dal Teatro Mandanici di Barcellona il Tour 2017 di Edoardo Bennato, tra l’entusiasmo dei tantissimi fan che hanno occupato i quasi mille posti del Teatro. Un inizio alla grande per uno dei musicisti italiani più apprezzati, con quaranta anni di musica sulle spalle, con canzoni che hanno lasciato il segno nell’immaginario collettivo, “un artista libero e controcorrente”, come ha sottolineato il direttore artistico del Mandanici, Sergio Maifredi nell’introdurre lo spettacolo e salutare il pubblico anche a nome del Sindaco Roberto Materia. Il sindaco è assente, ha precisato Maifredi, perchè impegnato al Vaticano per la cerimonia di assegnazione della festa nazionale di san Rocco, che il prossimo anno si svolgerà proprio a Barcellona Pozzo di Gotto.

22829730 1478125105568715 1048236204098040123 o 2

Per oltre due ore e mezzo Edoardo Bennato (napoletano, classe 1946, laurea in architettura a Milano, ritenuto da molti critici musicali uno dei più grandi rocker italiani), ha cantato e suonato accompagnato dalla sua band, interagendo con il pubblico, un pubblico di tutte le età che si è riversato ad ascoltarlo dal vivo. I componenti della sua band sono bravissimi: virtuosismi di chitarre, percussioni, piano e tastiere e i sorprendenti archi del Quartetto Flegreo (due violini, viola, violoncello) si inseguono e si richiamano.

L’attacco del concerto è con “Dotti medici e sapienti”, prosegue con  gli ultimi decenni di musica di denuncia e poesia e approda, nel bis che dura quattro canzoni, a “Un giorno credi” e “L’isola che non c’è”. Il “Burattino” da quarantennale è celebrato per intero, compresi gli inediti come “Mastro Geppetto” e “Il mio nome è Lucignolo”. Il pubblico intona il coro su “Cantautore” e “Rinnegato”, “Sono solo canzonette” e “Abbi dubbi”.

22859957 1478127762235116 5463320226938187766 o 2

Con “Pronti a salpare” Bennato affronta il tema dei disperati che scappano da guerra, fame, devastazioni, inferni. La frase “Pronti a salpare” è rivolta agli occidentali privilegiati, che devono cambiare atteggiamento perché gli equilibri sono cambiati e bisogna rivedere il modo di pensare.

Continua con “A Napoli 55 è ‘a musica”, “Le ragazze fanno grandi sogni”, con il rock di Capitan Uncino con graffianti citazioni underground e con“Vendo Bagnoli”. Bennato è instancabile, canta, suona armonica e kazoo, chitarra, percussioni, mille voci in una. Trova anche il tempo per raccontare i suoi iniziali studi musicali, voluti dalla madre. Studia musica assieme ai fratelli Eugenio (altro grande musicista italiano, orientato sul versante della musica popolare di estrazione “colta”) e Giorgio (chitarrista e produttore musicale).

Il prossimo appuntamento al Teatro Mandanici è con il “Decameron”, portato in scena da Tullio Solenghi. Prodotto dal Teatro Pubblico Ligure con il patrocinio dell'Ente Nazionale Boccaccio, “Decameron”  è in cartellone il 18 novembre 2017 alle ore 21 con la regia di Sergio Maifredi, in collaborazione con Gian Luca Favetto, con Maurizio Fiorilla consulente letterario e Lucia Lombardo direttore di produzione.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Aprile 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30