Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

L'opinione del giorno. Intorno al Covid-19.Della Scrittrice Filomena Domini

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Scrive la raffinata scrittrice  Filomena Domini:"É un fendente questo silenzio che striscia nel cuore , vagando  come un ladro , ghiotto di buio , tra le cose perdute e quelle ancora da perdere ... , mentre parole nuove siedono al capezzale del dolore per chiedere fogli nuovi e tornare a scrivere passi di umanità"

Filomena Domini da scrittrice ci ha fornito anche un altro pensiero su cui meditare.

"Si rimetterà in piedi questa Terra 

Si accomodano, con indocile mestizia , queste prime luci dell' Alba , sui lembi sinuosi della mia terra .

E con palpito quasi violento si uniscono al mio battito .Si assembrano sui pensieri assonnati che scalpitano al profumo infiammante del caffè, che mi accoglie tra boccate di sapori in lontananza....e mi annuncia, oltre il selciato del nero di china , arcobaleni ancora da disegnare , con mani a forma di madri .

Sono ferme sugli scranni del cuore , queste luci di nuvole, sparse in bionde capriole ,che cercano pioli per ascendere al trespolo della ragione , sperduta tra fumi di parole condottiere ,che allarmano il cielo.

E sembrano parlarmi, col roco silenzio di un guerriero che ha appena rottamato lo scudo con due grammi di pelle , per dirmi che sei viva , terra mia. Che sei Vita , tra flotte di vite che si scambiano boccoli di sole e siedono con te, sulle gambe del mondo, ad attendere danze di zebre in cammino che gabberanno la fame dei leoni .

Sembrano indicarmi la via antica dei colori e quella di tutte le trincee dove le tue tinte ,ancora fluorescenti , stordiscono gli occhi con sguardi grati e ancora belli

Sembrano zittirmi con una musica di latta che mi solfeggia addosso il tuono del tuo parto che ha ancora sembianze di giostre .

Sembrano armarmi di nuove arringhe per non farmi arretrare in difesa , sembrano porgermi oboli di quaresime per riscattarti dai pegni e liberarti dalla ruota della sorte , con pochi spiccioli di bellezza .

E alla rinfusa ,raccolgo giorni e mi vesto , corro verso l' estro di una primavera che mi scagiona e mi affama di questo tempo ancora mio , ancora tuo , che nessun alligatore , ghiotto delle savane che ora ci camminano addosdo , potrà mai portarci via , perché insieme , terra mia , siamo sigillo che chiude la bocca all' oblio.

E tra brandelli di guerre, in penitenza di pestilenza , si sente ancora un buon odore di vita che si spalma sulle mie labbra, bramose del tuo bacio brullo , in quest' ora di vita che corre più forte del rantolo di un giocattolo rotto .

Si rimetterà in piedi questa mia terra ,che come me , come te , ha nell' otre ancora vento per gemmare e musica di zagare da intonare , per meravigliarci di vita ."

Ultima modifica il Sabato, 28 Marzo 2020 08:07
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Maggio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31