Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

TAVOLA ROTONDA A REGGIO C. SU ANTONIO PIROMALLI MEDIEVISTA

 - La redazione  -

Lunedi 17 giugno u. s., presso la “Biblioteca De Nava” di R. C., si è tenuta una tavola rotonda programmata dal Comitato Scientifico del CIS della Calabria su “Antonio Piromalli, interprete del Medioevo: Giacchino da Fiore e Dante Alighieri”.

Dopo la proiezione di un pregevole filmato, custodito dalla dott.ssa Loreley Rosita Borruto, presidente del CIS, che rievoca momenti memorabili dell’attività culturale del grande studioso calabrese, la prof.ssa Paola Radici Colace ha dato l’avvio ai lavori soffermandosi sulle ascendenze pitagoriche del monachesimo medioevale in Calabria. Il prof. Giuseppe Rando ha quindi sottolineato l’alta valenza critica dello smilzo ma denso volume di Piromalli, intitolato appunto “Gioacchino da Fiore e Dante Alighieri”, sottolineando come il rapporto ideale tra il profetismo del sommo poeta fiorentino e quello del monaco cosentino venga affrontato, in termini probabilistici (dichiarati dallo stesso autore) nell’ultimo capitolo del libro, laddove nei primi tre capitoli trovi espressione lo «storicismo totale» e anticrociano del critico marxista che lega alle precarie condizioni socio-economiche della Calabria del tredicesimo secolo (Gioacchino da Fiore nacque intorno al 1130 e morì nel 1302) il profetismo e la ricerca di un mondo migliore presente negli scritti di Gioacchino e nella pratica della Congregazione Florense, da lui fondata.

La professoressa Emilia Serranò ha, poi, tenuto a precisare la puntuale, partecipe e illuminante ricognizione della realtà calabrese evidenziata dal professore Antonio Piromalli nel saggio su “Gioacchino da Fiore e Dante Alighieri”, ritenendo che il valore della sua diagnosi prescinda dalla ideologia politica e dai postulati della critica marxista.

La prof.ssa Mila Lucisano ha evidenziato alcuni aspetti del saggio piromalliano che, alla luce di una sua recente «lettura personale», le sono sembrati particolarmente positivi, come quello della chiara matrice marxista delle tesi dello studioso calabrese e quello della effettiva somiglianza tra l’afflato profetico di Dante e l’avvento del «terzo regno» auspicato da Gioacchino da Fiore.

Gli interventi di alcuni degli astanti hanno posto termine, nei tempi prefissati, alla ricca tavola rotonda reggina.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31