Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: la Genius Loci e la Pro Loco Manganaro sulle orme dei Monaci Basiliani

- La Redazione -

Sabato 30 marzo l’associazione Genius Loci e la Pro Loco Manganaro hanno organizzato un convegno all’interno della chiesa dell’Immacolata, “Sulle orme dei Monaci Basiliani”, proprio per focalizzare l’attenzione sull’importante ruolo svolto nel territorio barcellonese da questi monaci greci e per sollecitare e salvaguardare quanto è rimasto della loro millenaria presenza, che tanto ha influenzato la religione, l’arte e la cultura.

Secondo la tradizione la chiesa e il relativo monastero di S. Maria di Gala esistevano già nel VII secolo, e furono ricostruiti per volontà del Re Ruggero I, che prima di morire lasciò le sue disposizioni, raccolte dalla moglie Adelasia nel Diploma del 1105. Successivamente spostatisi verso la città, costruirono, nella seconda metà del Settecento, un nuovo monastero nel quartiere Immacolata, il cui progetto fu ispirato dall’architetto Giovan Battista Vaccarini, il quale visitò il monastero basiliano di Gala e predispose una serie di istruzioni o “capitoli” per i muratori che sarebbero stati ingaggiati per la costruzione del nuovo complesso monastico all’Immacolata.

DSCF1895

La serata è stata aperta da un gruppo di cantori della “Vexilla”, quel canto polivocale sul testo dell’Inno alla Croce di Venanzio Fortunato che accompagna le due processioni delle “Varette” del Venerdì Santo. Subito dopo gli interventi di presentazione e saluti dei presidenti delle due associazioni: Flaviana Gullì per la Pro Loco Manganaro e Bernardo Dell’Aglio per la Genius Loci, con i ringraziamenti a padre Salvatore Catalfamo, Rettore dell’Immacolata. Un saluto da parte dell’assessore alla cultura Angelita Pino, presente anche l’assessore Antonio Raimondo.

Il convegno ha visto le relazioni di Nello Perdichizzi e Marcello Crinò della Genius Loci e Salvatore Scilipoti e Andrea Italiano della Pro Loco. Nello Perdichizzi ha toccato ad ampio raggio la presenza basiliana e i vari personaggi che nei secoli sono stati a Gala, dal primo Abate, Bartolomeo da Reggio, fino all’Abate Eutichio Ajello, senza trascurare l’Abate Silvestro Maurolico. Marcello Crinò ha relazionato sull’importante Tempio e grotta di Santa Venera, luogo e culto strettamente legato alla presenza basiliana. Salvatore Scilipoti ha ricordato che nella chiesa dell’Immacolata si trova un coro ligneo di provenienza Basiliana, riconoscibile dallo stemma dell’ordine, la colonna infuocata, soffermandosi anche sul vicino Monastero Basiliano oggi in stato di abbandono. Andrea Italiano ha concluso gli interventi proponendo un ampio approfondimento sul significato di ordine “Basiliano”, divenuto tale solo nel 1579, e soffermandosi sulle opere d’arte lasciate dai basiliani nel territorio.

Infine Valentina Maiorana, componente della Genius Loci, ha consegnato alla Pro Loco Manganaro (nelle persone del presidente in carica Flaviana Gullì, del presidente precedente Andrea Italiano e del presidente onorario Gino Trapani) la Mattonella Genius Loci (realizzata in terracotta dallo scultore Nino Abbate), per il ruolo svolto per la crescita culturale della città e per la valorizzazione del Monachesimo Basiliano. La Pro Loco organizzò nel 2005 un Convegno per i novecento anni del Monastero di S. Maria di Gala, i cui Atti, curati da Gino Trapani, furono pubblicati da Pungitopo l’anno successivo.

30 marzo 2019

Ultima modifica il Domenica, 31 Marzo 2019 07:55
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Giugno 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30