Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Restaurati gli affreschi della chiesa di San Giovanni a Barcellona Pozzo di Gotto

 

 - di Marcello Crinò -

La notte di Natale, dopo cinque mesi di chiusura,  è stata riaperta la chiesa di San Giovanni Battista. La chiusura si era resa necessaria per effettuare i lavori di restauro degli affreschi della volta e della fascia alta della due pareti laterali, molto probabilmente opera del pittore locale Gaetano Bonsignore, vissuto a cavallo tra il Sette e l’Ottocento. Di questo artista è nota almeno un’opera datata, il Martirio di San Bartolomeo  del 1834, custodito nella chiesa di Sant’Antonio Abate di Novara di Sicilia.

I restauri sono stati fortemente voluti dal parroco, padre Giuseppe Turrisi, che già aveva fatto restaurare altri affreschi della chiesa sei-settecentesca. Il restauro, come quelli precedenti nella controfacciata e nell’abside, è stato affidato alla dottoressa Marianna Saporito, sotto la sorveglianza della Soprintendenza di Messina. I restauri degli affreschi, ha sottolineato padre Turrisi,  sono stati realizzati senza contributi pubblici ma solo con i contributi dei fedeli.

I lavori hanno interessato la volta, dove sono presenti tre scene: Gesù che salva l’adultera dalla lapidazione, Gesù e la cananea, Gesù al pozzo, dove chiede da bere alla samaritana; il tutto circondato “con un motivo a racemi geometrici-floreali” (Andrea Italiano, Gli affreschi in San Giovanni, la città, dicembre 2002), e figure minori nelle lunette e in riquadri a mandorla. Nelle fasce alte laterali, in quattro riquadri con cornici barocche sono dipinte le figure degli evangelisti assieme ai loro simboli, sovrastati da quattro riquadri con scene evangeliche legate alla vita del Battista tratte da Luca e Marco sormontate dalle citazioni in latino.

DSCF4151r

 

 

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Ottobre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31