Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Sabato 23 aprile alle ore 18.00 al Museo degli Angeli, Brolo - La via dell’Angelo

Rita Meo

 

1-Enzo Angiuoni

 

-di Maria Teresa Prestigiacomo -

Sant'Angelo di Brolo, Messina. Chi, anche laicamente parlando, non ha mai pensato al proprio angelo custode...Anche Lilly Gruber, scampata al pericolo della morte, corrispondente di guerra, dichiarava di essere stata salvata.... da un Angelo.

Che gli Angeli  avessero un Museo, lo sanno ancora in pochi;  la scelta dell'ubicazione e della location l'ex convento di San Francesco è l ideale per fare albergare le opere di coloro che dagli stessi Angeli hanno tratto la loro ispirazione sul tema condotto da Scorsone di Palermo.

 “(…) L’angelo, figura certamente simbolica e millenaria comune a più religioni, è il cammino stesso che intraprendiamo nel corso della nostra vita; è quel ponte tra il reale e il metafisico che cerchiamo di percorrere; è il nostro legame con le forze che ci compongono e quelle che ci circondano; è al contempo materia ed antimateria, siamo noi stessi e chi ci sta accanto, è tutto e il contrario di tutto. In un campo in cui le speculazioni filosofiche si muovono parallelamente a quelle matematiche della fisica, ci ritroviamo spesso sospesi in quella fascia del buco nero chiamata orizzonte del limite. Lì il nostro tempo si ferma prima di essere ineluttabilmente attratti e inghiottiti per ritrovarci traghettati in un ipotetico buco bianco generatore di luce e porta di comunicazione con l’altrove (…)”( V. Scorsone)3-Giuseppe Gargano

In questo contesto, 20 artisti presenti dell’attuale mostra: Enzo Angiuoni, Giuseppe Bonaccorso, Alessandro Bronzini, Maurizio Carnevali, Luigi Casale, Carmelo Conte, Lamberto Correggiari, Vincenzo De Filippis, Giuseppe Gargano, Irina Hale, Antonio Iozzo, Maria Pia Lo Verso, Massimiliano Marchese, Oronzo Mastro, Enrico Meo, Rita Meo, Michele Pomes, Giusto Sucato, Vincenzo Vacca, Daniel Zanca e Antonio Zurlo ci portano in luoghi non-luoghi in cui il ricorso alla figura è elemento indispensabile di questa ricerca spirituale della verità.

Sotto questo aspetto, scrive V. Butera nel suo testo in catalogo: “(…) L’espressione2-Alessandro Bronzini la via dell’angelo non copre con il velo allegorico una folgorazione improvvisa sulla via di Damasco, bensì l’idea, maturata nel tempo, di rifondare l’arte sulla figura con il suo linguaggio decodificabile, invertendo la tendenza del contemporaneismo autoreferenziale, privo di poetiche e di emozioni. A New York l’arte contemporanea, avendo raggiunto lo spannung dell’ascesa, ha incominciato a suscitare sintomi d’insofferenza. Li hanno recepiti alcuni artisti americani, che nel 2015 si sono distinti per un timido tentativo di riproporre la figura. (…)”

In catalogo anche testi di Basilio Caruso, Sindaco di Sant’Angelo di Brolo, Luigi Casale, Dino Del Vecchio, Enrico Meo e di Francesco Scorsone.

La mostra coordinata da Enrico Meo sarà visitabile fino al 15 maggio 2015 dalle ore 9 alle 18.00 tutti i giorni festivi compresi.

tel 328 4152503

Ultima modifica il Giovedì, 21 Aprile 2016 08:53
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Ottobre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31