Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Iniziati a Barcellona i festeggiamenti per San Francesco di Paola

DSCF1719rid

DSCF1733

 - di Marcello Crinò -

In occasione del sesto centenario della nascita di San Francesco di Paola (1416-1507), la parrocchia barcellonese intitolata al santo ha varato una serie di iniziative religiose e civili per ricordare la sua figura e la sua opera.

La città di Barcellona possiede un legame particolare col santo calabrese, perché secondo alcune fonti aveva dei parenti a Pozzo di Gotto. Infatti monsignor Perdichizzi, in un suo manoscritto, citato dallo storico Filippo Rossitto (cfr. pag. 121 dell’edizione del 1986 della storia di Rossitto) scriveva: ”Sullo scorcio del 1464, San Francesco di Paola partitosi dal suo paese venne a visitare i suoi parenti che in Pozzo di Goto abitavano. Il suo arrivo in Milazzo fu nel 1464 già spirante, ma la fondazione del monastero non fu che nel 1465 allora cominciato. In questo tempo che tramezzò del suo arrivo alla suddetta fondazione è tradizione fra quella gente ch’egli portato si fosse più volte in un luogo ivi vicino, che Pozzo di Goto tien nome, dove i suoi congiunti della famiglia Alessio trovavansi”. Il padre del Santo si chiamava Giacomo d’Alessio, detto Martolilla, sposato con Vienna da Fuscaldo.

In un’edizione a stampa, verosimilmente dell’opera del medesimo Perdichizzi (di cui esistono due versioni manoscritte, l’una a Milazzo, l’altra a Palermo), leggiamo un testo un poco diverso, ma concordante sul legame col territorio milazzese: ”Circa il felice avvento del glorioso Patriarca S. Francesco di Paola in Melazzo, i scrittori non concordano, poiché altri vogliono che sia venuto a vedere le sue genti della sua famiglia d’Alessio, da’ quali discendea, altri dicono per dilatare la sua Religione nell’isola; altri che fosse stato chiamato da’ melazzesi.” (cfr.: Francesco Perdichizzi, Melazzo Sagro 1692/1698. Trascrizione, commento e note di Francesco Ruvolo, Sikronos, Milazzo, 1996, p. 42).

Domenica 16 a mezzogiorno, nell’Oratorio della Parrocchia è stata inaugurata da padre Giuseppe Currò e dall’assessore Ilenia Torre in rappresentanza del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale, la mostra iconografica Imago Charitatis, Francesco di Paola il santo della carità vissuta. La mostra, attraverso dipinti, stampe, litografie, acqueforti, libri, statuette in cartapesta, legno, terracotta e gesso, presenta la devozione prodotta nell’arco di cinque secoli nei confronti del santo calabrese.

In serata appuntamento musicale con il Coro Polifonico “Ouverture”, che ha proposto La vita di Francesco cantata e raccontata: canti popolari intercalati dalla lettura di testi tratti dalla vasta letteratura agiografica sul santo, assieme ad un brano tratto dalle lettere scritte dallo stesso Francesco. Il coro è stato diretto da Giovanni Mirabile, sostituito dal maestro collaboratore Dominga Raimondo nei momenti in cui era impegnato alla tastiera; voce recitante Matteo Napoli. Il coro Ouverture, fondato nel 1994, ha un curriculum di tutto rispetto per le realizzazioni e collaborazioni, comprese le esibizioni a Roma nel 2014, città dove il direttore Mirabile ha collaborato con l’Accademia di Santa Cecilia , e dal 2015 è direttore del Coro Giovanile Siciliano.

Giovedì 21 alle ore 17 sul lungomare di Spinesante sarà inaugurato il Monumento dedicato al santo, realizzato dall’artista Maurizio Calabrò. E’ prevista la presenza di Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Arcivescovo di Reggio Calabria-Bova.

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Gennaio 2022 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31