Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

L’ATTESA MOSTRA SULLE “CINQUECENTINE” CHE HA AVUTO LUOGO A MESSINA NEL SEMINARIO ARCIVESCOVILE “ SAN PIO X” DI MESSINA SI E’ RIVELATA IMPORTANTE E DI ALTO INTERESSE CULTURALE.

r

             

20160213 120306    -  La Redazione -

Il brillante progetto culturale voluto dal rettoredel Seminario arcivescovile Mons Cesare Di Pietro con la Soprintendenza ai BB.CC. di Messina,da tempo ha avviato iniziative volte alla valorizzazione, tutela e fruizione del patrimonio culturale presente nelSeminario “San Pio X^ e la relativa Biblioteca Painaniana di Giostra, con reperti di grandissimo pregio storico e bibliografico:e con collezioni di rarissime e preziose “cinquecentine”, (ovvero libri stampati nel XV secolo). In questi giorni,nel “Salone delle Cinquecentine“e nei lunghi corridoi del Seminario veniva dato avvio ad una Mostra “ In diebus illis”,con significative iniziali in rilievo ( xilografiche), con incisioni di immagini.

La Mostra inaugurata dall’ex arcivescovo mons Giovanni Marra che si congratulava per i contenuti e le proposte porte dall’iniziativa, vedeva anche l’intervento di saluto del prof Giovanni Cupaiuolo prorettore dell’Università di Messina, che considerava positiva la sinergia tra le Istituzioni che pone nel giusto rilievo i tesori del patrimonio storico culturale del nostro territorio,La nota Dirigente della Sezione Beni Bibliografici dott.ssa Melina Prestipino nel corso del suo brillante intervento,accennava alla realizzazione procedurale del tipo di incisione a rilievo,che non presentava particolare difficoltà, nell’inserire la matrice di legno nelle forme tipografiche mentre permetteva di stampare contemporaneamente testo e immagini.”

La città, aggiungeva la relatrice, dove si sviluppava maggiormente la stampa dei libri era Venezia, che per le materie prime, specie fra tutte la carta, permetteva agli stampatori di portare a compimento numerose iniziative editoriali.

La dott.ssa Prestipino si soffermava inoltre sulla necessità di porre all’attenzione pubblica i preziosi beni culturali del Seminario, per la relativa fruizione da parte   degli studiosi e comunicava l’apertura del “ Salone del Regno delle Due Sicilie,.previsto per la prossima primavera.. Il rettore Mons Cesare Di Pietro nel ricordare, che si è   si è inteso, in occasione del presente anno del centenario del Seminario valorizzare il patrimonio culturale librario e realizzare iniziative culturali e spirituali in un motus operativo sulla linea indicata dal Vescovo Mons Paino . DSC05215

A visitare la Mostra realizzata dalla dirigente Prestipino con il suo staff di eccellenti esperti catalogatori “Maria Rabe, Gabriella Mento, Fabrizio Quadrella, Rosa Siciliano con Felicetta Corazzo e Mirella Jannuzzi, era un pubblico interessato e qualificato. Tra gli ospiti il prof Domenico Venuti,la poetessa Rosita Orifici Rabe,il dott.Pippo Previti, Il diirettore del Museo Etnoantropologico “I Ferri du Misteri”dell’area Peloritana Cav. O.M.R.I. Domenico Gerbasi. . A dare,con competenza, chiarimenti sulle “Cinquecentine” al numeroso pubblico attento e qualificato era in particolare la Dott.ssa Maria Rabe., che dopo avere accennato alla tradizione miniaturistica dei codici manoscritti, faceva notare che anche le lettere iniziali stampate nel Cinquecento possono essere “figurate” oppure “parlanti”e ne chiariva i significati delle relative tematiche con le rappresentazioni mitologiche e bibliche. Messinaweb.eu si congratula assieme al prof Domenico Venuti docente di Beni Culturali già prorettore dell’Università della Pace della Svizzera Italiana di Lugano per i profondi significati espressi dalla Mostra delle Cinquecentine”del Seminario Arcivescovile “San Pio X e l’annessa Biblioteca Panainiana,autentici tesori di questa gloriosa istituzione religiosa

Ultima modifica il Giovedì, 03 Marzo 2016 08:01
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Settembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30