Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

FESTEGGIAMENTI DI SANT'AGATA IN SICILIA - A CATANIA SI FESTEGGIA ANCHE CON L'ARTE DI JEAN CALOGERO

SantAgata CALOGERO

 

12400848 10208321939275924 4838420998360175308 n- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Catania. Catania si accinge a festeggiare la sua Santa Patrona i fedeli che arriveranno da tutte le parti del mondo, per questa occasione, come d abitudine: anche con l'arte si festeggia, infatti la collezione del Museo Diocesano di Catania, da oggi, contiene una preziosa opera del pittore catanese Jean Calogero : è il dipinto "Tutti devoti tutti" . Il quadro celebra le festività agatine che ogni anno, dal 3 al 6 febbraio, radunano a Catania quasi un milione di persone fra devoti provenienti da tutta Italia, turisti e curiosi. 

Il 19 aprile 2010 , presso il Museo Diocesano di Catania è stato presentato il dipinto “Tutti devoti tutti” del pittore catanese Jean Calogero (1922-200...1), donato al Museo da Massimiliano e Patrizia Calogero, figli del Maestro. L’opera , che si trova presso la Sala Polifunzionale "Archimede Cirinnà", è stata svelata alla presenza del mons. Leone Calambrogio (Direttore Museo Diocesano di Catania), don Santino Salamone (già Direttore Museo Diocesano di Catania), e dei critici d’arte prof.ssa Giuseppina Radice e prof. Carmelo Strano che hanno tracciato un profilo dell’artista e offerto una chiave di lettura dell’opera. Il dipinto di Jean Calogero “Tutti devoti tutti”, è un olio su tela di cm 55 x 46, realizzato nel 1985 .

L’opera è un importante tassello per lo studio e la comprensione dell’attività di Jean Calogero, uno straordinario viaggio lungo oltre 50 anni di uno degli artisti siciliani più12438983 10208321940195947 2281671898583699386 n visionari, eclettici e schivi. Il quadro mostra la Piazza Duomo del capoluogo etneo addobbata, piena di palloncini e gremita per le festività agatine, che si svolgono ogni anno fra il 3 e il 5 febbraio. A dominare il dipinto è il bianco del Duomo di Catania, dedicato a Sant’Agata, santa, vergine e martire, patrona della città, con la sua cupola e il campanile. Al centro una delle undici candelore, sculture mobili espressione della devozione delle corporazioni dei mestieri cittadine e una fila di devoti infagottati nel “sacco”, un saio di cotone bianco stretto da un cordone monastico intorno alla vita e con un copricapo di velluto nero, guanti bianchi e un fazzoletto, anch’esso bianco che immaginiamo venga agitato, come da tradizione, al grido “Tutti devoti tutti? cittadini viva sant’Aita” (siamo tutti devoti, tutti? cittadini, evviva sant’Agata). In alto a destra si può scorgere il palazzo dell’Antico Seminario dei Chierici al Duomo, oggi sede del Museo Diocesano

Jean Calogero straordinario artista siciliano di Acicastello, visse a Parigi diversi anni apprezzato vivamente dai collezionisti e galleristi parigini; tant'è vero che inaugurò un ciclo " le città del mondo"....Calogero amò ritornare nella sua Terra di Sicilia per farsi amare dalla sua gente con il cuore antico di mare di miti e di leggende che  l artista ha sempre cantato. Conobbi anni fa Calogero ad una mostra di Acicastello organizzata dal Comune: solo per avere redatto un articolo ebbe il desiderio di donarmi un 'opera, formato cartolina un olio su tela delle Citta del mondo...un incontro straordinario. 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Settembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30