Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

LA MASSIMA DI MASSIMO DONATO DA MESSINA

la-logoterapia

- di  Maria Teresa Prestigiacomo -

 

Messina. Riflessioni sotto l ombrellone di Massimo Donato. Quest'oggi protagonista della sua citazione è il teorico (e scopritore) della logoterapia, la scienza che si pone, come obiettivo primario, la riscoperta del significato (logos) dell'esistenza dell'essere umano. Si tratta del neurologo austriaco, Víctor Frankl. Il quale, tra l'altro, sosteneva: «L'uomo è responsabile di quello che fa, di quello che ama e di quello che soffre».

La riflessione odierna parte volendo anche da quest'ultima asserzione. L'uomo per cercare di vivere meglio, necessita di avere il controllo o come si dice il polso della situazione. Se vive una esperienza - non immaginatela necessariamente estrema - in cui il timone della direzione non gli è affidato, non sempre è necessario che contrasti questo incedere. Questo però non si traduce nel diventare succube di scelte altrui, significa semmai non essere contrario per partito preso e con tutte le proprie forze ed energie, dell'individualità o del gruppo che conduce. Lo scontro, ormai è noto, è una scelta da evitare e spesso frutto dell'orgoglio e della necessità di difendere la propria roccaforte, come una sorta di meccanismo involontario di auto-difesa.

Bisogna imparare ad usare meglio la logica e la strategia. I propri metodi e le proprie idee sono così contrastanti e non possono portare all’obiettivo prefissato? Semplice (mica tanto) provare ad abbassare le proprie pretese, mutare il proprio atteggiamento, questa condotta nella strategia relazionale potrebbe portare a risultati inaspettati. Una volta poi conquistato il timone, la musica evidentemente può e deve cambiare (attenzione però a non farsi entusiasmare dal cambiamento nel frattempo avvenuto). Frankl diceva tra l’altro: «L’uomo cerca sempre un significato della sua esistenza; egli è sempre nell’atto di muoversi alla ricerca di un senso del suo vivere; in altre parole, è ciò che io chiamo “la volontà di significato”».

Spazio come al solito ad alcune delle risposte pervenute dopo la frase di giovedì di Zygmunt Bauman. Un lui dice: «Chi non ha dubbi è un ignorante presuntuoso. Vale per la scienza (Science est mère de doute-La scienza è la madre del dubbio-proverbio francese) e per la filosofia (Dubito ergo sum, vel quod item est, cogito ergo sum-Dubito dunque esisto, o ciò che è lo stesso, penso dunque esisto-Cartesio). Sono esempi di "indubitabile certezza razionale"». Una lei risponde: «Indugiare nell'incertezza è riconoscere e rinforzare il potere a noi estraneo. Onorare il passato ed accogliere la forza della trasmutazione che può trasformare il piombo in oro»

Massimo DONATO

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Settembre 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30