Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

SANTO STEFANO MEDIO ANTICO E BRILLANTE VILLAGGIO DEL COMUNE DI MESSINA HA VOLUTO DEDICARE UNA FESTA IN ONORE DI SANTA MARIA DEI GIARDINI

 SANTA MARIA DEI GIARDINI 1- La Redazione -

 

 La storia di questo ridente villaggio del messinese, che veniva  distrutto con la sua chiesa basiliana da una alluvione , vedeva per  la fede popolare la sua ricostruzione e intitolazione a Santa Maria dei Giardini Oggi, grazie  al bravissimo Parroco Padre Lino Grillo di questa  splendida chiesa, si riusciva a creare importanti  momenti di preghiera alla Madonna. L’opera “Santa Maria dei Giardini “  era di Gerolamo Alibrandi, detto “Antonello da Messina”,perché seguiva la scuola di questo nostro grande artista del ‘400. L’attenzione dell’Alibrandi veniva rivolta anche alle opere di Raffaello e di Leonardo, di cui ne faceva tesoro. Padre Lino Grillo coadiuvato dai ragazzi e dai fedeli locali, realizzava con l’entusiasmo di tutti gli abitanti  e l’intensa partecipazione popolare, la prima festa in onore di Santa Maria dei Giardini. Messinaweb.eu, che ne ha apprezzato le significative e profonde motivazioni liturgiche e gioiose, non è voluta mancare a questo importante appuntamento, indicato  da un un programma ben articolato,che vedeva una interessante estemporanea di pittura ed una infiorata realizzata con particolare impegno ed estro artistico. Questa infatti presentava  disegni straordinari incredibilmente particolareggiati, dall’incredibile impatto estetico, ben posizionate nelle antiche vie del borgo, che vedevano sui balconi anche  l’esposizione di antiche e stupende coperte ricamate e intagliate a mano, con I vari angoli e relative  fontane e gli stretti passaggi delle viuzze illuminate.Si aggiungevano nell’occasione ricchi sapori degustati  che   rimandavano alla memoria tradizione e creatività, ed al relativo pensiero del Pitrè. Sapori mediterranei, che sono stati anche considerati come Patrimonio dell’UNESCO.   Magnifica risultava  la rappresentazione  dei  dodici mesi dell’anno , con le relative stagioni. Tutti gli .”attori dell’occasione”, indossavano appropriati costumi allegorici d’effetto evocativo, e dimostravano impeccabili  capacità di interpretazione. A curare l’ ottima regia, era Giuseppe Freni. Tra i vigorosi plausi del pubblico  si  esibivano nel canto le bravissime Claudia Auditore: e Dorotea Grioli.A concludere i festeggiamenti erano: “I Cantustrittu”,  formato da musicisti con particolare excursus nel settore del  puro folklore, espresso anche dal canto e dai suggestivi suoni, che li aveva  portati  ad avere un prestigioso curriculum internazionale, come aveva modo di rilevare, in un secondo momento il Prof.  Domenico Venuti, docente di Beni Culturali e Ambientali e Presidente del Centro Europeo di Studi Universitari Human Reaghts and Peace. Ricordava teneva a sottolineare  di averli  potuti ammirare quando era Primo Consigliere Culturale del Ministro Plenipotenziario di Polonia Karol Kleszczynski, perché con i loro tamburelli, marranzano, fischialetto  ed altri strumenti  riuscivano a portare il loro entusiasmo, i sentimenti, il calore ed i colori della Sicilia, non tralasciando il  mitico Stretto di Messina e la sua Madonnina. Essi divenivano infatti  “messaggeri di cultura nel mondo”.

Ultima modifica il Martedì, 30 Giugno 2015 10:44
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Settembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30