Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

TRIONFANO A BARCELLONA POZZO DI GOTTO I GRANDI VALORI DEL RISORGIMENTO ITALIANO SU INIZIATIVA DEL MECENATE CONTE ANGELO MOLINO DELLA TORRE DELEGATO DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEL FANTE

 

 

 

 

 avIMG 8413

     - La Redazione -

Ha avuto luogo a Pozzo di Gotto ( Barcellona) , voluto  dal Conte Angelo Molino della Torre, Delegato dell’Associazione Nazionale del Fante  per Barcellona Pozzo di Gotto “il Cenacolo”, che si poneva  in proseguo iniziato nell’ottobre 1981 oggi proposto “nel Ricordo del Risorgimento Italiano”  su richiamo “ dei valori patriottici “ espressi nel 150^ dell’Unità d’Italia dall’allora Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi ed oggi dal Presidente Giorgio Napoletano. “ Barcellona,  con la sua Pozzo di Gotto ha detto, il Delegato dell’ANF- ….con pochi comuni italiani ha mantenuto alto il senso profondo della Patria dedicando molte e storiche vie al Risorgimento”  Alla presenza di numerosi e qualificati ospiti venivano  comunicati i saluti pervenuti  da parte del Protettore Generale dei COBGE Corpi Blu di Soccorso Internazionale Fiancheggiatori ONU per i Diritti dell’Uomo Don Biagio Amata già Preside della Pontificia Università Salesiana di Roma; .del Comandante del Distaccamento Difesa  Marina Militare di Messina Santo Giacomo Le Grottaglie;: del Comandante del 5^ Reggimento Fanteria Aosta Colonnello Benito Anastasio. Presenziavano all’importante Cenacolo anche docenti dell’Ateneo messinese e tra  questi il prof  Giuseppe Rando Ordinario di Letteratura italiana nell’Università degli Studi di Messina. L’Inno di Mameli  cantato dal Soprano Angela Romeo e dal tenore Federico Parisi, prestigiosi giovani del bel canto italiano introducevano “il Cenacolo d’Autunno” , con il vigoroso plauso del pubblico, commosso ed entusiasta. Il Sindaco Dott.ssa Maria Teresa Collica, accompagnata dall’Assessore alla Cultura Raffaella Campo, dopo avere manifestato a nome dell’Amministrazione Comunale il più vivo apprezzamento per l’impeccabile “Cenacolo” a cadenza biennale  auspicava sempre nuove e qualificate iniziative e rilevava la prossima apertura del Teatro Placido Mandanici per eventuali esecuzioni liriche. I vari momenti del “Cenacolo” venivano presentati dal Prof Alberto Genovese Vice Delegato dell’ANF e Docente dell’Università della Pace della Svizzera Italiana Switzerland, Sede Sicilia, Ric dal diritto svizzero,  che si soffermava a considerare un momento storico vissuto da Pozzo di Gotto ab origene e ne ricordava la data del 1639, cioè quando avveniva il distacco da Milazzo e la relativa elevazione a Comune. Subito dopo faceva un brillante excursus del periodo risorgimentale nazionale, ponendone in rilievo i protagonisti principali: Gioacchino Rossini, Bellini e Giuseppe Verdi, che precisava è -il più noto autore del Risorgimento, per le sensibili sollecitazioni  libertarie espresse dai cori. -. Il Prof Genovese   leggeva inoltre i brillanti percorsi di studi del Maestro pianista Dino Visalli e dei  due cantanti lirici reduci  da trasmissioni televisive Angela Romeo  e Federico Parisi. Quest’ultimo proveniente dal successo nella trasmissione Canale 5 della De filippi, Talent Show. Gli ospiti del Salotto aristocratico del Conte Molino ne apprezzavano le aree melodiche risorgimentali porte con classe sublimale e soave tra gli applausi entusiastici dei presenti. Il Prof Genovese comunicava la presenza dell’ospite d’onore dell’occasione il Prof Domenico Venuti Presidente Provinciale dell’ANF Prorettore dell’International University of Peace e Consigliere Culturale del Ministro Plenipotenziario di Polonia Karol Kleszczynski che faceva riferimento ai fanti, agli eroici carabinieri tutti protagonisti dell’Unità d’Italia e  ne attenzionava  il “Cenacolo” ricordando che in quel periodo storico, fatti paralleli, a quella dei condottieri e dei patrioti , dei grandi artisti e dei grandi eroi si realizzavano nei salotti  di cultura in varie parti d’Italia  Cenacoli  in case di persone illuminate discussioni politiche alternate a esibizioni artistiche, poetiche e musicali, come ad esempio nel salotto di Giulia Falletti Colbert che riceveva la visita del giovane Camillo Benso Conte di Cavour e Silvio Pellico e in altri “Cenacoli”  frequentavano anche Alessandro Manzoni, Giuseppe Verdi, Leopardi. Il salotto patriottico per eccellenza in Italia fu quello, precisava il Prof Venuti, della Contessa Maffei a Milano e teneva a sottolineare che le donne erano tra le più attente ai valori patriottici e che Pozzo di Gotto anche a livello popolare aveva una grande eroina. “Peppa la Cannoniera” .Interveniva Il Mar. Antonino Calabrese Presidente Associazione Nazionale Carabinieri che si dichiarava entusiasta per la collaborazione data all’Associazione nazionale del Fante per la realizzazione del “Cenacolo” e ricordava  il Bicentenario della Fondazione dell’Arma con i suoi eroi di ieri e di oggi e che  in questi ultimi tempi ha rinnovato il pensiero al Carabiniere scelto Mario Pantaleo La Spada e che la locale ANC ha inaugurato anche con una partecipazione numerosa di pubblico una mostra documentale, presso la Sala Vetri Oasi, riscuotendone successo. Il Maestro Artista Mariano Pietrini Responsabile del Museo Jalari faceva dono di una sua magnifica creazione in pietra al Conte Angelo Molino. Il filosofo Carmelo  Maimone interveniva con il suo pensiero sui processi del bene ed il relativo contrario considerandone la positività del “Cenacolo” .Veniva letta la poesia “Sera” della silloge “Petali di Tramonto”,  della poetessa Elvira Alberti.

Ultima modifica il Venerdì, 31 Ottobre 2014 18:19
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Maggio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31