Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Barcellona Pozzo di Gotto: “Melodia siciliana. Il canto della nostra terra!” della scuola “Bastiano Genovese” ha chiuso la stagione del Teatro Mandanici

 

-di  Marcello Crinò -

Con lo spettacolo varato dall’Orchestra e Coro della Scuola Media ad indirizzo musicale “Bastiano Genovese”, è calato alla grande il sipario di questa stagione del Mandanici, con la sala piena in ogni ordine di posti. Lo spettacolo è stato introdotto dal direttore artistico del Teatro, Sergio Maifredi, il quale ha intanto ricordato che il penultimo spettacolo “Un canto mediterraneo” parteciperà, in coordinamento e convenzione con Taormina Arte, al progetto sperimentale finalizzato alla promozione turistica attraverso la circuitazione di produzioni teatrali, proposto dall’Assessorato Regionale al Turismo Sport e Spettacolo, come si legge peraltro in un comunicato ufficiale firmato dal sindaco Roberto Materia. Ha inoltre annunciato che il prossimo 21 giugno sarà presentato il nuovo cartellone del Teatro Mandanici, anche questa volta in gestione diretta dell’Amministrazione Comunale.

foto Pino Cordaro 18556375 10207151360902862 1685734537094295763 n

Lo spettacolo, sabato 20 maggio 2017, ha visto sul palco del teatro centocinquanta studenti della Scuola media e alcuni delle elementari, delle quattro classi di strumento (pianoforte, violino, flauto, chitarra) cimentarsi con musiche di autori siciliani, classici e moderni, diretti dall’insegnante di flauto traverso Daria Grillo. La “Bastiano Genovese”, diretta da Eleonora Corrado,  è l’unica scuola cittadina ad indirizzo musicale, ed una delle poche della provincia. Negli anni è diventata un vivaio di giovani che hanno proseguito gli studi al Conservatorio con ottimi risultati. Oltre alla Grillo, peraltro nota per essere un’ottima strumentista di flauto traverso, gli altri insegnanti che hanno seguito gli studenti in questo percorso, sono Maria Grazia Caffarelli (chitarra), Antonino Cicivelli (violino), Riccardo Franza (pianoforte), oltre alla docenti di musica Francesca Cannistrà e Rosita Lembo, e Dario Pino, direttore del coro.

Il primo brano, il Canto della terra, è stato composto da Sergio Bertolami, seguito da Parla più piano, dalla colonna sonora del Padrino, musica di Nino Rota. Il tema della mafia è stato affrontato con la prima esecuzione assoluta di Libertà, dedicato ai venticinque anni dall’uccisione di Falcone e Borsellino, composto da Giuseppe La Rosa. A seguire due brani tratti da Nuovo cinema paradiso, musiche di Ennio Morricone arrangiate da Dario Pino. Dal “corpus” di musiche popolari di Alberto Favara i giovani musicisti hanno eseguito A ballati, nell’arrangiamento di Dario Pino. E’ stata la volta del cantastorie-artista milazzese Nino Pracanica, il quale ha omaggiato la Sicilia con “Cantu l’amuri e li billizzi di sta terra…” e il racconto del mito di Colapesce. Per restare nell’ambito milazzese l’orchestra ha eseguito un brano della Taberna mylaensis, Fammi ristari ‘nto menzu di to brazza,  scritto da Luciano Maio e arrangiato da Sergio Bertolami. Da sottolineare in diversi brani la voce solista della giovane artista teatrale e cantante Valeria Di Brisco. Sono seguiti, per concludere la bella serata, La Siciliana di Bach, l’Intermezzo dalla Cavalleria rusticana di Mascagni, il Valzer dal Gattopardo, la Melodia siciliana di Sergio Bertolami e U viddanu, nell’arrangiamento di Daria Grillo. Tutti  i brani sono stati introdotti dalla voce recitante di Melissa Carluccio.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Ottobre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31