Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
rfodale

rfodale

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Messina.Maria Grazia Cucinotta al Teatro di Messina giorno 30 novembre  per uno spettacolo di beneficenza  contro la violenza delle donne.

Se acquistate il biglietto dalla famiglia Celi o al Cirs Messina anche  telefonando, potrete farlo,  il Cirs riceverà  una parte quale contributo a sostegno delle attività rivolte alle donne sole ed ai bambini abbandonati. Non lasciamo sole le donne vittime di violenza. Regaliamo un sorriso ad un bimbo con il nostro piccolo contributo. Ed inoltre....potremo dire c' ero anch' io con un' attrice regista e produttrice come la Cucinotta a contribuire a regalare un po' di serenita'  alle donne vittime,  appoggiando il Cirs! 

La Redazione

rrIMG 9331Messina – Hanno avuto inizio il 28 ottobre   2019,  alle ore 16.30 presso l’Associazione Nazionale Carabinieri,sezione di Messina, diretta dal lgt dott.Armando Pesco, i lavori della Commissione nominata per l’assegnazione del Premio “Orione” 2019, evento giunto alla Decima Edizione, organizzato dall’Associazione Culturale “Messinaweb.eu”, presieduta e diretta da Rosario Fodale.

  • Il Premio “Orione”, peculiare riconoscimento di merito onorifico a otto personalità che una Giuria, appositamente nominata, individuerà in personalità di spicco del patrimonio culturale nel mondo della letteratura,  del diritto, delle infrastrutture, della medicina, del teatro e dell’arte con finalità di divulgazione e promozione;
  • Il Premio Speciale “Orione” riservato al Nucleo Operativo, che risulta essersi distinto nel corso dell’anno per altissimo senso del dovere ed altruismo sociale nonché per meriti di servizio, delle Forze Armate e di Polizia;
  • ·Attestato di benemerenza, riservato a componenti del  Nucleo Operativo.

rrrIMG 9332

La Commissione, presieduta dal Prof. GIUSEPPE CAMPIONE, Accademico onorario, già ordinario di Geografia Politica è composta dal   Prof. GIOVANNI MOSCHELLA, Pro Rettore vicario, Università degli Studi di Messina, dal  Prof. ENZO CARUSO, Assessore alla Cultura Comune di Messina, dal Dott.  EGIDIO BERNAVA, Presidente AGIS Regione Sicilia, dalla Dott.ssa ILENIA COLETTI,Psicologa Clinica e Criminologa, dall’Avv. MARISA LA ROSA, dal dott. GIANFILIPPO MUSCIANISI, Commercialista, past Presidente Europeo Kiwanis International, dal  Prof. SALVATORE RESTIVO, Medicodal  Prof.  GIUSEPPE VERMIGLIO già Presidente CUST, dal  Dott. ALBERTO PALELLAPresidente, Confesercenti di Messina e dalla Dott.ssa Silvana Foti, poetessa , attrice,  con funzione di segretaria.

            In sede di riunione sono state scelte alcune categorie e aree di cui fanno parte gli otto nominativi che saranno individuati per la consegna del premio Orione 2019, da un elenco che è stato stilato dai componenti la giuria che prossimamente verranno scelti attraverso i curricula già in possesso della giuria.

La cerimonia per la consegna del Premio presentata dall’Avv. Patrizia Causarano e dalla dott.ssa Silvana Foti, avrà luogo il prossimo 5 dicembre, con inizio alle ore 17,00, presso la prestigiosa  Aula Magna dell’ Università degli Studi di Messina.

rrrIMG 9335

rrrrrIMG 9348

La denominazione del premio è da ricondurre al mitico fondatore della città di Messina: “Orione”, intorno al quale, numerose leggende sono pervenute a noi, con numerose versioni.

Per informazioni relative alle finalità, ai servizi e alle attività espresse dall’Associazione,

contattare l’Associazione Culturale  Messinaweb.eu

Rec. Tel. +39 329 3423807

Indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

sito internet:     www.messinaweb.eu

 - di M. C.  -

La centralità del “Mandanici” nel panorama siciliano e italiano era uno degli obiettivi che l’amministrazione Materia si riprometteva di realizzare scegliendo di gestire in house il Teatro cittadino. Oggi i numeri danno la riprova che il risultato è stato raggiunto.

L’impegno di dare visibilità e reputazione al “Mandanici” attraverso la realizzazione delle Stagioni direttamente amministrate dal Comune ha infatti comportato per un verso la soddisfazione dei numerosi sold out e della calorosa partecipazione degli spettatori al cartellone, per altro verso ha avviato un tamtam tra produttori, impresari, compagnie e artisti che sempre di più scelgono di prendere in concessione il Teatro per le loro tournée.

“Un teatro vivo ed attivo – spiega il sindaco Roberto Materia – interessa ed attrae anche le grandi produzioni nazionali. Quando il teatro languiva nessun operatore pensava al ‘Mandanici’ per i propri spettacoli. Grazie anche alle Stagioni che abbiamo allestito negli ultimi anni ed all’attività svolta per far conoscere e rendere sempre più vivo e accogliente il nostro teatro, gli incassi per l’affitto, la concessione, sono passati dai 600 euro del 2015 ai 60.000 euro di oggi, e si tratta di un dato in costante crescita”. E infatti negli anni di amministrazione diretta del “Mandanici” solo con le concessioni si è avuta un’entrata complessiva di 135 mila euro.

Più nel dettaglio, nel novembre del 2015, valutando il “Mandanici” come elemento centrale di una politica di promozione dello sviluppo socio-culturale del territorio, la Giunta Materia ha assunto l’amministrazione diretta del Teatro, che proveniva da una gestione curata dell'Ente autonomo Regionale Teatro di Messina con il quale era stata sottoscritta una convenzione nel dicembre del 2014.

IMG 0705

In questa delibera di assunzione in house del teatro, è stata prevista anche la possibilità di affidare il Teatro a terzi a titolo oneroso, una sorta di “affitto”. L’obiettivo era quello di completare ed sviluppare l'offerta artistica della Stagione direttamente curata dal Comune, rendendo possibile la realizzazione di eventi di prosa, musica, danza di alto livello con la partecipazione di artisti di fama nazionale ed internazionale, senza trascurare le realtà del territorio, dalle Associazioni socioculturali e di beneficenza alle Accademie di balletto e musicali garantendo, garantendo contestualmente entrate significative derivanti dal pagamento della tariffa di concessione in uso da parte dei concessionari.

Appena aperta la possibilità, si è avuto un primo evento in concessione (era il dicembre del 2015, la delibera era entrata in vigore un mese prima). L’anno successivo, oltre alle 12 scuole di danza che hanno scelto il Mandanici per i loro spettacoli finali, si sono registrati 11 affidamenti. E se le scuole di danza hanno confermato di anno in anno il proprio interesse, il numero degli affidamenti è stato in costante crescita. Quest’anno 14 concessioni sono state già rilasciate e sei sono in itinere.

Ma non è solo una questione di numeri. È anche una questione di nomi. “Le stagioni teatrali del Comune – evidenzia Lucio Catania, segretario generale del Comune e dirigente dell’Ufficio Teatro – hanno fatto conoscere agli operatori del settore la bellezza della struttura e, soprattutto, l’interesse del territorio per gli spettacoli di alta qualità. Questo ha aumentato l’offerta culturale ma ha anche aiutato l’economia, a partire dalle attività turistiche e commerciali”.

E infatti, così come hanno già scelto Barcellona Pozzo di Gotto artisti del calibro di Mogol e Ficarra e Picone, quest’anno oltre al cartellone del Comune, che mette in campo, tra gli altri, Renato Carpentieri, Raul Bova e Rocio Munoz Morales, Massimo Lopez e Tullio Solenghi, Nancy Brilli e i virtuosi del Balletto di San Pietroburgo, il palco del teatro di Villa Primo Levi ospiterà Teresa Mannino (8 novembre 2019), Fiorella Mannoia (7 dicembre 2019), Loredana Bertè (7 marzo 2020) e Massimo Ranieri (19 aprile 2020). E sempre al “Mandanici” si terranno il Festival internazionale di danza (2 febbraio 2020), il balletto “Romeo e Giulietta” (21 marzo 2020) e la commedia brillante “Belle ripiene” (26 marzo 2020), una produzione del teatro Sistina di Roma con Rossella Brescia, Tosca D’Acquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo.

Non è tutto. All’Ufficio Teatro del Comune, infatti, continuano ad arrivare richieste di allestimenti di spettacoli di grande interesse artistico e presto il calendario potrebbe arricchirsi ulteriormente di nuovi eventi.

29 ottobre 2019

 

- di Maria Vadalà -

Nell’ambito del progetto “L’ Opera Lirica a scuola” la Prof. Giovanna Campo, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Luigi Pirandello”, ha proposto agli studenti, nello Spazio-Teatro del Plesso Senia, la rappresentazione in forma ridotta della “Traviata” di Giuseppe Verdi. L’iniziativa si inserisce pienamente nell’ottica delle metodologie promosse al fine di offrire ai ragazzi una scuola che sia centro di aggregazione, formazione e cultura, che li aiuti a crescere, a vivere la realtà del territorio e a superare le problematiche che possono sorgere dai mutamenti sociali. La Musica è il vero linguaggio universale che con le sue delicate nuances sonore raggiunge il cuore di tutti, suscita l’amore per l’arte in tutti i suoi variegati aspetti, affina l’ascolto ed il senso critico. La presenza dell’Opera lirica a scuola rappresenta un ottimo veicolo di indagine interdisciplinare che porta a spaziare nell’ambito della poesia, della storia, del teatro e della danza. L’Orchestra Lirico-Sinfonica “Cilea” di Palmi che si avvale di giovani musicisti calabresi e siciliani, è stata fondata dal Presidente Prof. Giuseppe Militano, da oltre trent’anni è stata diretta sempre dal M° Francesco Maria Vadalà, docente presso il Conservatorio “A.Corelli” di Messina nei numerosi concerti eseguiti in Italia e all’estero con celebri cantanti come Katia Ricciarelli e Cecilia Gasdia. Ai giovani presenti nello splendido Auditorium il Direttore, prima del Concerto, ha proposto un exursus esplicativo dei brani più rappresentativi per favorire la comprensione dell’opera. L’argomento della Traviata, tratto dal dramma di A. Dumas “La Dame aux camelias” è, purtroppo, ancora attuale perché punta il dito contro il grave problema sociologico e umano della mancanza di rispetto della dignità di tutti gli esseri umani, che porta a compiere atti di crudeltà verso le donne e i più deboli. In scena hanno ricevuto il plauso del pubblico i cantanti: Claudia Nundo(soprano) splendida Violetta; Alfio Marletta (tenore) nelle vesti di Alfredo; Paolo Cutolo(baritono) un intenso Germont. Come un pittore dà vita ai suoi quadri sfoggiando una ricca tavolozza di colori, così il M° Francesco Maria Vadalà, grazie alla sua formidabile capacità interpretativa, ha realizzato un affresco sonoro che palpita di una smagliante vitalità ritmica, la sua bacchetta esprime con eleganza il senso del colore orchestrale con tutte le raffinate squisitezze timbriche che conferiscono poesia e drammaticità allo svolgimento dell’azione. La spontaneità del gesto lucido e preciso porta ad un equilibrio dinamico-agogico sulla scia di un’onda sonora che crea una magica progressione emotiva che si ammanta di un calore intimo e appassionato. Così dalle frizzanti atmosfere del “Brindisi” si passa al delicato dialogo tra Germont e Violetta, passando per la struggente aria “Amami Alfredo” si arriva al tragico momento nell’aria “Addio del passato”. L’ esecuzione del Concerto è stata ottimizzata dalla regia Audio del M° Claudio Vadalà che ha microfonato gli artisti per dar vita ad un ascolto perfetto che il giovane pubblico, attento ed interessato, ha mostrato di gradire.

COMUNICATO STAMPA

Nei giorni scorsi, nell'ambito dei progetti di Cooperazione Civile e Militare (CIMIC), il Contingente Italiano della missione UNIFIL, attualmente su base Brigata Aosta, è stato promotore dell’iniziativa di incontro tra la Municipalità di Tiro e la Città Metropolitana di Messina, con l’obiettivo di creare sinergie tra imprese, istituzioni pubbliche ed enti di ricerca per attività di trasferimento tecnologico e di cooperazione nel comparto agro-alimentare.

UNIFIL Gli imprenditori della provincia di Messina incontrano gli impren 2

Peacekeepers italiani, in conformità alla Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che dà mandato di supportare la popolazione libanese, hanno iniziato a lavorare da alcuni mesi alla formalizzazione di reciproci scambi di interessi tra mondo dell’imprenditoria siciliana e controparte libanese, con il precipuo fine di creare nuove opportunità di sviluppo, crescita e benessere per la popolazione del Libano del Sud.

UNIFIL Gli imprenditori della provincia di Messina incontrano gli impren 3

Per questo, grazie alla regia dell’Ambasciata d’Italia in Libano e all'Ufficio di rappresentanza a Beirut dell’Italian Trade Agency, il sindaco Hassan Dbouk e i rappresentanti della Municipalità di Tiro hanno incontrato presso la base di Shama, sede del Contingente Italiano comandato dal Generale di Brigata Bruno Pisciotta, la delegazione del Comune di Messina guidata dal Vice Sindaco Salvatore Mondello e composta da alcuni imprenditori del settore agroalimentare della provincia di Messina, per sottoscrivere l’Accordo Quadro di Cooperazione fra i due comuni.

kkkk

Questo accordo consentirà l’avvio di scambi commerciali tra le parti, ispirandosi agli obiettivi di crescita sostenibile, definiti nel Programma Quadro dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione. La prima azione concreta che scaturirà dal citato accordo, sviluppato con il supporto del Contingente, sarà la costituzione di una joint-venture, registrata nella Municipalità di Tiro, che avrà come obiettivo finale quello di coordinare i flussi di prodotti agricoli siciliani destinati ai mercati libanesi e del al Oriente e di quelli libanesi verso il mercato intracomunitario europeo. Tale Hub fornirà supporto di tipo commerciale, logistico, amministrativo e normativo all'iniziativa.

kkk2

Il progetto, nel suo complesso, si configura come un esempio concreto di sinergia per la promozione del Sistema Paese, nel quale il contingente in teatro operativo crea le condizioni per lo sviluppo dell’area di interesse, anche tramite l’adozione di iniziative economico-commerciali. I contingenti militari, in coordinazione con le amministrazioni locali nazionali, diventeranno soggetti attuatori a supporto delle aziende nazionali, con il principale obiettivo di creare una stabile e duratura collaborazione tra imprese, istituzioni pubbliche ed enti di ricerca per attività di trasferimento tecnologico e di cooperazione nelle aree d’impiego. Infatti, grazie al credito finora ottenuto nella propria area di operazioni, è stato possibile per i Caschi Blu italiani facilitare questa importante iniziativa di cooperazione civile e militare, fortemente richiesta dalle autorità locali del sud del Libano.

kkkk4

Inoltre, nelle prossime settimane l’Università degli Studi di Messina e l’Università del Libano, supportati dalla Brigata Aosta, formalizzeranno un accordo negli specifici ambiti di pertinenza che si inserirà nel campo della collaborazione tra le due città del Mediterraneo.

Magg. Giuseppe Genovesi

Contingente Italiano in Libano

Capo Cellula Pubblica Informazione - Portavoce

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Comunicato stampa

Tra Pozzallo e Ispica era stato segnalato qualche mese fa alla Soprintendenza del mare, da Antonino Giunta, collaboratore esterno della Sopmare, alcuni siti di probabile interesse culturale.

La Soprintendenza ha pertanto effettuato un sopralluogo e documentato l'area. L'equipe era formata da Fabrizio Sgroi e Claudio Di Franco della Soprintendenza del mare, dal ten. di Vascello Giuseppe Simeone, comandante del Nucleo sommozzatori della Capitaneria di Porto di Messina insieme ad altri sub, dal capitano di fregata della Guardia Costiera di Pozzallo, Pierluigi Milella, e dall'equipaggio della motovedetta che ha fornito il supporto logistico, da Gaetano Lino, Salvatore Ferrara e Giampiero Tomasello, subacquei dell’associazione BCsicilia.

Foto Sopmare 1

Nel corso delle immersioni subacquee, che si sono svolte ad un miglio circa dalla costa e ad una profondità di una decina di metri, è stata riscontrata la presenza di numerosi blocchi di materiale lapideo lavorati e semilavorati costituenti probabilmente il carico di una lapidaria. Le navi lapidarie, mediamente lunghe dai 25 ai 40 metri e capaci di trasportare fra le cento e le trecento tonnellate, erano imbarcazioni appositamente rinforzate per reggere pesi enormi.

Si è proceduto al prelievo di un campione da uno dei blocchi al fine di effettuare un esame petrografico finalizzato all’individuazione del litotipo, il tipo di pietra, per determinarne l'attribuzione e la cava da cui è stata estratta.

“Questa Soprintendenza - dichiara Valeria Li Vigni, Soprintendente del Mare - procederà ad una indagine più approfondita del sito individuato tra Pozzallo e Ispica, al fine di circostanziare ulteriori dati archeologici e contestualmente effettuerà analisi e ricerche volte alla ricostruzione del contesto storico, alla identificazione dell'imbarcazione e al periodo in cui l'interessante carico, composto da blocchi di materiale lapideo, è affondato”.

In allegato Comunicato stampa e foto: un momento della ricerca subacquea e il gruppo che ha effettuato l'intervento.

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Milano.Presentati i progetti per il mercato internazionale della storica azienda messinese che ha coinvolto anche lo chef palermitano Filippo La Mantia

 

 L'attrice Maria Grazia Cucinotta guest star di "Host 2019" a Fiera Milano Rho che l'ha accolta con un bagno di folla in occasione della presentazione dei nuovi progetti della torrefazione "Miscela d'Oro": una giornata intensa in cui è stata protagonista di una visita arricchita da un video firmato dal regista messinese Fabio Schifilliti coi momenti più belli della sua carriera cinematografica capaci di emozionare il pubblico, rivedendo celebri scene come quelle del film premio Oscar "Il Postino" o l'action movie "007 - Il mondo non basta" e tanti altri. Calorosi applausi e apprezzamenti hanno dato il benvenuto alla nota attrice e produttrice in una prestigiosa vetrina dedicata al made in Sicily, un palcoscenico unico dove la storica azienda messinese si è raccontata ai clien ti internazionali e agli investitori e ha presentato prossime progettualità per il mercato nazionale ed estero, in uno stand collocato nel padiglione 14.

Maria Grazia Cucinotta e Filippo La Mantia

Artigiani del caffè dal 1946, le tre generazioni della famiglia Urbano hanno guidato una storia di successo: l’impresa familiare con sede a Messina, ma presente in oltre 50 Paesi, ha scelto adesso come brand ambassador uno dei volti più amati del cinema italiano. La Cucinotta, anche lei di origini messinesi, è conosciuta dagli Stati Uniti al Sudamerica fino in Cina; donna, mamma e moglie con solidi valori e un legame forte con le sue radici.

La proiezione del filmato sulla Cucinotta

Dopo la visita in Fiera, accompagnata dal team Miscela d'Oro, in particolare dal presidente Franco Urbano e dall'A.D. Umberto Urbano, e vestita con un elegante tailleur di colore oro e top nero ispirato ai colori aziendali, la Cucinotta ha gustato un buon caffè... made in Messina. La giornata si è conclusa con una cena nel ristorante stellato dello chef palermitano Filippo La Mantia, alla quale ha partecipato un parterre di ospiti provenienti da tutti i continenti, che hanno apprezzato particolarmente la presenza della bella testimonial siciliana doc. 

 

Giorno 10 novembre 2019 con lo spettacolo serale delle 21,15 il teatro siciliano di qualità ritorna al Teatro Vittorio Emanuele per proporre al pubblico messinese la commedia “Gatta ci cova”, un’opera in tre atti di Antonio Russo Giusti presentata dalla compagnia teatrale e culturale ”Lorenzo Guarnera”.

L’obiettivo di Lorenzo Guarnera , presidente dell’ Associazione, nonché regista e attore, con una lunga esperienza nel mondo del cinema, della musica e del teatro, è proporre all’affezionato pubblico alcune opere che rappresentano la tradizione teatrale dei capolavori siciliani.

Lorenzo Guarnera Foto di Donato Grimaldi

Infatti dopo” Leredità dello zio canonico” di Antonio Russo Giusti e “San Giovanni Decollato” di Nino Martoglio, propone questa commedia dialettale che farà rivivere una tipica ambientazione siciliana.

A comporre la compagnia giovani artisti emergenti della città tra cui Sabrina Samperi, Marcello Minutoli, Roberta La Rocca, Francesco Scarfi’, Fabrizio Siracusano e, volti già noti per avere partecipato nel cast di altre opere teatrali: Ivana Pittella, Grazia Alfieri, Adone Guerrini, Silvana Foti, Gaetano Murabito, Giuseppe Tuzzo, Franco Trimarchi, Carmelo Tripodo e Dino Parisi.

La serata sarà presentata dall’insegnante Paola La Badessa, non nuova a questo arduo compito che con professionalità , sensibilità e cultura teatrale saprà rendere gradevole la permanenza sul palco.

La scenografia sarà affidata a Davide Balsamo di Catania, la direzione di scena e costumi a Carmelo Samperi, luci ed audio a Dino Privitera, fotografia a Franco Maricchiolo e Donato Grimaldi, riprese televisive ad Andrea Guerrini, la Comunicazione a Ylenia Cambria, collaboratori di scena Giovanna Raffa, Nancy Barbaro, Lidia Polimeni e Annalisa Maiorana, il trucco a Cristina Sciacca e Valeria Botta.

Allo spettacolo parteciperà Felice Currò con il “Canto alla Chianisa”, un canto folk che ci porterà in un contesto rurale e pastorale della fine del 1800.

La prevendita dei biglietti è stata affidata alla Agenzia di Viaggi Bisazza Gangi largo San giacomo 1 /2 Messina.

Vi aspettiamo numerosi nel salotto della città.

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30