Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Continua la Mostra d’arte al Viola Palace Hotel ( sino al 28 ottobre) Partecipazione straordinaria di Vasta Privitera Marullo Pietrafitta e Francesco Grillo

- di Gennaro Galdi -

Villafranca Tirrena, Me. Continua sino al 28 ottobre, al Viola Palace Hotel , oggi Viola Palace Hotel Toto’ By Roger Trattoria Pizzeria Napoletana, la Mostra d’arte dal Titolo Mediterraneo & Dintorni, organizzata dall’Accademia Euromediterranea delle Arti di Messina, presieduta dal critico d’arte prof Maria Teresa Prestigiacomo . Il critico d’arte e giornalista direttrice di testata giornalistica, dopo avere “degustato” con gli artisti il panorama spettacolare del tramonto sul Tirreno e le isole Eolie, dal terrazzo dell’Hotel, ha presentato, con sintetiche ma dettagliate linee critiche, le opere di ciascun artista partecipante, illustrandone non soltanto la tecnica, ma decodificandone il profondo messaggio sotteso alle opere stesse, messaggio che noi riportiamo, sinteticamente. I partecipanti: Pietro Bitto, Francesco Grillo, Michelangelo Marullo, Delia Meduri, Marco Nicosia, Agata Pandolfino, Paola Vanessa Pietrafitta, la maestra Francesca Privitera, Santa Rapisarda, Myriam Scarpa, Antonella Tornello, la maestra Angela Vasta, Domenico Venuti, Martina Di Dio. Gli artisti possiedono un back ground di tutto rispetto; solo due artisti possono definirsi emergenti ( Nicosia e Di Dio) la maggior parte, invece, ha maturato un ricco ed importante percorso artistico, attraverso mostre in Italia, al Vaticano ( Tornello) o all’estero ( Marullo, Pietrafitta, Venuti e la maestra Privitera). Gli illustri invitati hanno ammirato le opere mediterranee di miti e leggende e di borghi antichi dello scenografo ( anche medico) pittore Bitto; l’omaggio alla civiltà contadina del Bruegel siciliano Francesco Grillo che rende omaggio alle tradizioni popolari della Sicilia; la riconoscibilità assoluta delle opere di Marullo con una sua impronta personale che non riconduce a nessun altro artista ( infatti Marullo è sottoscrittore di un Manifesto di Firenze che sottolinea i canoni personali della pittura dell’artista). Abbiamo ammirato l’opera a penna di Meduri, che adora la pittura di Durher, suo maestro per la xilografia, l’incisione; l’astratto era rappresentato dal giovanissimo emergente Nicosia; Pandolfino rappresenta i suoi amici -gatti con maestria, quei gatti che difende ( unitamente agli altri animali) ed a spada tratta, dalle violenze; Pietrafitta con un surrealismo particolare ha offerto un tributo alla Sicilia attraverso splendide nature morte; la maestra Privitera ha presentato in particolare una splendida opera su pietra lavica ceramizzata molto particolare che ha destato profonda ammirazione nel pubblico, come pure la maestra Vasta che presenta due opere che mostrano la delicatezza del tocco e la padronanza tecnica dell’artista; anche i paesaggi delicati e romantici di Rapisarda affascinano il pubblico, con le nuances di rossi tramonti sul Tirreno e con una delicata marina; Myriam Scarpa presenta le sue opere astratte di particolare fascino; Tornello mostra il suo animo con opere di profondo romanticismo, incastonate in un paesaggi siciliani che nella contemplazione , riconducono al divino; Venuti conquista per una tecnica con la penna a biro che non lascia il tempo a correzioni ma si nutre d’immediatezza del gesto; rende omaggio al Mediterraneo, pienamente, con intensa commozione; Di Dio presenta un’opera del lockdown che nella contemplazione di alcune mele conduce ad un profondo discorso filosofico e mistico che porta a Dio; in sala è presente, accanto all’opera, una riflessione dell’artista, come pure figurava, accanto alla splendida opera della Privitera, una bellissima poesia scritta su un libro aperto, realizzato in pietra lavica che ha destato notevole interesse nel pubblico. Era presente Pippo Previti già Presidente del Consiglio Comunale di Messina che ha colto l’occasione per una petizione popolare a sostegno del ripristino e conservazione della Tomba di Antonello da Messina. Era presente il direttore del Museo di Gesso Etnoantropologico Dr Domenico Gerbasi che ha invitato i presenti alla visita (a Castanea), del Museo. Un saluto è stato rivolto al pubblico da Wender Viola che inaugurava la trattoria e pizzeria napoletana e da Anna Maria Lo presti, giornalista e direttrice della struttura che si è mostrata compiaciuta della splendida iniziativa, soprattutto per le attività del Caffè Letterario e d’arte, fondato dal critico e giornalista prof Maria Teresa Prestigiacomo, presso il Viola Palace Hotel Toto’ By Roger che per la serata si è corredato di musica e canzoni napoletane, cover famose e mai dimenticate. Era anche presente Pippo Castorina, il top manager commerciale che, alle opere d’arte che la Prestigiacomo presenta a Bruxelles o a Parigi, affianca i prodotti d’eccellenza delle migliori aziende siciliane del Food & wine.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Ottobre 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31