Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Super User

Super User

Heirloom consequat, irure reprehenderit duis Shoreditch. Art party wayfarers nihil pour-over cupidatat id. Brunch incididunt minim, in bitters adipisicing.

URL del sito web: http://www.themewinter.com

 

Formazione - di Ornella Settineri -

Lo sfondo mutevole della vita, si presenta talvolta ricco di eventi in cui il “SILENZIO” e l’”ATTESA” sono fratelli consanguinei di un lento e inesorabile DECLINO.

Il vuoto di obiettivi, di progetti e di strumenti esecutivi, che in questi ultimi anni, ha lacerato e continua a lacerare innumerevoli famiglie, ha un nome: FORMAZIONE PROFESSIONALE.

Nel lasso  temporale “ 2011 – 2014”, i disagi vissuti da chi di “FORMAZIONE” ne fa base di sostentamento, si sono trasformati da una forma embrionale,  a fonte principale di grande imbarazzo e seria difficoltà. Malgrado tutto,  gli operatori del settore hanno continuato a svolgere la propria professione con dignità,  rispetto verso il proprio lavoro e quello altrui,  senza però,  alcun confronto,  deferenza in cambio;  e  soprattutto  senza retribuzione.

Un sacrificio, si può dire, prestato nell’auspicio di accarezzare quelle coscienze assopite o forse proprio addormentate tra le braccia di un’ indifferenza;  ma non vorrei credere di  un’ insensibilità: proprio  perché,  coscienze portatrici di coscienza!

Mi riferisco alle coscienze aziendali e istituzionali, verso le quali,  il mio GRIDO diventa accorato.

Un appello forte di enfasi, intinto di SOFFERENZA  e DISPERAZIONE: quella di tutte quelle  famiglie poste al lastrico, il cui prezzo maggiore viene riscattato da ANIME INNOCENTI.

Sono le anime dei figli che scontano gravosamente lo “smacco” di una FORMAZIONE apparentemente pronta a decollare e costantemente ancorata ad un sistema che fa acqua da più fronti!

Ragazzi e ragazze a cui non si da l’opportunità di spiccare il volo, perché si sono tarpate le ali a coloro i quali avevano il dovere genitoriale e l’amorevole volontà di accompagnarli per mano alla vita;  tracciando loro un percorso.

Giovani che avrebbero dovuto rappresentare attivamente  il mondo di domani e che per colpa di chi o di che cosa, non possono,  neppure,  partecipare a  quello di oggi!

Allora,  dove si sono assopite quelle coscienze?

Nel cuore disperato di coloro i quali hanno perso la propria vita,  di coloro i quali non sono più in grado di garantire un pasto dignitoso alla propria famiglia, o nell’oblio di una sordità che ha il sapore di patologico?!

Non occorre dare una risposta oggi…;

occorre dare certezze,… domani!: altrimenti resterà sempre un tunnel senza volontà di uscita!

                                                                                                                     

296882 102911659866625 336239838 n

   

Esperienza lavorativa

  

Date (da – a)

 

      - Dal 2007 collaboro nella gestione del “ Lab. Artigianale Gelateria Anni 60” svolgendo mansioni di gelatiere e addetto alla preparazione di prima colazione e focaccia.

- Dal 1990 al 2004 a Calderà  Barcellona P.G. ho gestito, curando tutte le fasi di realizzazione dei vari prodotti, il locale gelateria-bar-rosticceria-tavola calda e fredda “L’artigiano”.

-Nel 1988 ho avviato la mia prima attività (una gelateria) a Barcellona P.G., nel cuore della città, in via Roma.

-Nel 1976 ho lavorato come gelatiere a Tel Aviv per conto di uno sceicco arabo

-Nel 1974 sono stato nominato, per la diffusione del gelato artigianale come: Delegato Regione Lombarda

-Dal 1971 al 1987 a Milano ho gestito un bar-gelateria-pizzeria-tavola calda.

-Nel 1969-1970 ho lavorato presso il bar della Rai di Milano con specializzazione nella preparazione di  cocktail.

-Nel 1968-1969 ho lavorato nella stazione dei pullman a Porta Vittoria a Milano come barista.

-Nel1966-1967 ho lavorato come aiuto cuoco in un ristorante a Monaco di Baviera-Germania.

-Nel 1965-1966 ho lavorato come aiuto cuoco in un ristorante  a Zurigo-Svizzera.

-Dal 1959-1965 ho lavorato nel “Caffè Roma” come banconista, gelatiere, pasticciere – Barcellona.

-Dal 1955-1958 ho lavorato nel “Bar Freni” come aiutante gelatiere e pasticciere – Barcellona.

Istruzione e formazione

                                                                     Licenza Media

             ULTERIORI DIPLOMI                                                        

• Date (da – a)

    

-Ottobre 2012     

Rappresento l’ Italia al Campionato Europeo Del Gelato,

classificandomi al 2° posto - BERLINO GERMANIA

-gennaio 2011

Campionato Italiano dei Gelatieri

Classificato 1°  d’Italia   

Premiato dall’Accademia Gelatieri,

come miglior gelatiere d’Italia – RIMINI

-giugno 2010

Selezionato dall’Accademia Gelatieri,

come fra i 16 migliori gelatieri d’Italia – RIMINI

-aprile 2010

Campionato Italiano dei Gelatieri

1° classificato in Sicilia

Premiato dall’Accademia Gelatieri

come miglior Gelatiere di Sicilia – GIARDINI NAXOS

-ottobre 1995

Premiato dall’ Accademia Gelatieri

Come 3° miglior gelatiere d’ Italia – VENEZIA LIDO

-giugno 1995

Campionato Italiano dei Gelatieri

1° classificato in Sicilia – TAORMINA

-gennaio 1974

Assegnata Paletta d’Oro

dal Comitato Campano Gelatieri Artigianali – NAPOLI

Diploma di partecipazione a

       -Concorso Internazionale – 1999 – Roma

       - Concorso Nazionale  - 1997-1998 - Palermo

       - Concorso Internazionale – 1996 – Fiera  di Rimini

       - Concorso Nazionale – 1996 – Fiera di Messina

       - Concorso Internazionale – 1989 – Fiera di Rimini

       - Concorso Mondiale “Gelato Qualità” – 1987 – Expo Milano

       - Concorso Internazionale -  1975 – Fiera di Rimini

       - Concorso Internazionale – 1974 – Fiera di Rimini

      - altri numerosi diplomi di partecipazione a vari concorsi.

1li

La Signora Teresa è nata a Sinagra ma vive a Patti. Quando andava alle elementari durante le vacanze estive, sua zia, con la quale viveva, la mandava “a mastra”, cioè andava da una signora che ricamava, ed ha imparato a fare degli orli a giorno e la tecnica base del ricamo. Crescendo oltre al ricamo semplice si è appassionata ai lavori ai ferri e all’uncinetto, si è sbizzarrita a creare tanti centri, bordure, maglie e anche quei famosi plaids realizzati assemblando quadrati realizzati all’uncinetto con gli avanzi di lana. Alle scuole medie durante le ore di applicazioni tecniche, imparava a ricamare il punto croce, che molti anni dopo riesce a perfezionare al punto che riesce ad ottenere un rovescio perfetto. La Sua passione per la realizzazione di lavori manuali, che appaghi la sua creatività, non si ferma. E’ sempre alla ricerca di tecniche nuove. Si sposa, e con l’arrivo dei suoi figli, la sua fantasia si scatena con la realizzazione di costumi di carnevale fantasiosi. Ma la vera svolta avviene circa 5 anni fa, quando in giro per mercerie alla ricerca di bordure per rifinire lavori, si imbatte in un negozietto dove c’erano esposti dei lavori con una tecnica nuova e con materiali molto colorati. Aveva scoperto il patchwork. Passione attraverso la quale, può dare sfogo alla sua fantasia e creatività.

2li

Che soddisfazione realizzare addobbi per il “suo” albero di natale unico e particolare, cuscini per i suoi figli che li accompagnano durante i loro sonni, Una bambola di pezza per sua figlia, regali unici per le persone a lei care e pensierini da dare in ricordo per i 18 anni di tutti e due i suoi figli: una coccinella segnalibro per il maschio e una lieve farfalla portachiavi per sua figlia. Da questa tecnica nascono lavori meravigliosi non solo a quadrati ma anche realizzando delle figure con le stoffe colorate americane che sembrano dei veri e propri quadri.
Da qualche anno ha portato questa sua passione e creatività a conoscenza di tutti, non soltanto ad amici e parenti.

3li
Ha partecipato a mostre di artigianato:
 San Marco D’Alunzio per la rassegna fabbri d’arte;
 Ucria per una mostra di artigianato;
 Sinagra per la settimana della cultura “Nebrodi Scenario Sicilia- Europa”;
 Montalbano Elicona per i mercatini di Natale;
 Barcellona Pozzo di Gotto nella fiera dell’artigianato che si tiene ogni fine mese;
 A Montagna Reale per la festa della castagna e per il Natale di una volta.

1marz
Marzia Mancuso, sinagrese docente, geologo, tra le sue esperienze (oggi è una libera professionista prestata alla scuola) vanta quella di aver insegnato anche ad Alicudi.. da qui l'amore per la geologia subacquea e per queste isole.
Un'esperienza formativa che determina la realizzazione di questi “cocci” che dedica all'indimenticabile “Vincenzino”, suo padre, dal quale ha tratto il dna artistico, la comunicatività e l'innata simpatia
Realizza Case Eoliane in miniatura in pietra elaborandone il concetto usando materiali tipici delle isole, ma anche delle fiumare nebroidee e delle spiagge mediterranee.
Ne risulta un costrutto artistico compatto, forato da piccole aperture, ricco di dettagli e di colori, tipici di queste terre.
Tempere blu cobalto ed arancio, reti e legni, ciottoli e ossidiana, calce e pietra pomice sono gli elmenti che arricchiscono l'intuizione artistica di dare forma al “naturale” di rendere viva, quasi si sentono le voci di chi vi abita, questa casa di pescatori, allora, e che oggi accoglie una marea di gente che cerca tra queste mura di cogliere antiche tradizioni, leggende e malie.
2marz
La cultura eoliana “dell'abitare" rivive nelle sculture, vere e proprie forme d'arte firmate da Marzia Mancuso, che rispecchiano una concezione di vita essenziale e funzionale, tipica della mediterraneità delle Eolie.
L'unità di base di queste abitazioni è un cubo modulare che può essere sommato orizzontalmente o verticalmente ad altri cubi, secondo un principio di adattamento alle esigenze variabili del nucleo familiare.
Negli ultimi anni si è anche dedicata alla pittura denominata “nuovi segni”, ricerca di armonia cromatica che sanno di terra e di mare; di sole e di isole, dove la percezione del colore è netta, definita.. quasi un marchio.
Colori decisi, primari, quasi senza mezzi toni, manifestazione concreta di una creatività senza confini. I soggetti restani quelli siciliani, dei pescatori, dei contadini, delle donne “oppresse” dai lavori domestici ma serene, dai “compari”, dalle motoapi che si portano dietro un mondo.

3marz
Ha partecipa alle seguenti mostre:
2009 manifestazione Vie dell'Arte organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Sinagra;
2011 all'esposizione di “Mini Presepi” nella sede della ProLoco;
2012 Vetrina alla sede della Pro Loco..

1of

Renata nata a Monaco di Baviera, risidente a Sinagra da oltre 22 anni.
Una vena artistica innata. Il nonno era un famoso musicista, suonava presso la Corte di Re e Imperatori di mezza Europa, spesso si esibiva presso la Casa Borbonica.
Spazia nei piaceri della manualità alla riscoperta del mondo infinitamente piccolo (orologi e macchinari di varia specie) a quello dell’infinitamente grande (restauro e realizzazione di mobili ed oggetti di particolare pregio e valore).Viene spinta dalla curiosità nella ricerca di un benessere interiore attraverso il trasporto dei colori e delle forme nella natura.
L’artista si può definire poliedrica racchiude in se e si espande come l’universo alla ricerca di un continuum spazio temporale che traspare da ogni sua realizzazione sia nel campo della pittura che della scultura. Ciò non è sufficiente alla sua voracità di conoscenza che la porta anche ad inventare tecniche e manufatti di qualsiasi tipo.

2of
Basta visitare la sua garsoniere, che da ogni angolo fa trasudare la sua intelligenza artistica.
La partecipazione, in effetti, alle varie mostre e personali è passata inosservata ai più, ma è stata messa a fuoco da quelle persone che hanno colto nella sua arte una diversità piacevole e toccante.
Sicuramente sarà, un giorno, adeguatamente valutata per la sua innata passione per l’arte.

3of
Ha partecipato al 1 Concorso “PRESEPI DI QUARTIERE A SINAGRA” si è classificata al secondo posto nella realizzazione del presepe in legno.
Ha esposto:
2009 manifestazione Vie dell'Arte organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Sinagra;
2010 partecipa alla mostra su San Leone organizzata dalla Pro Loco e dal Comune;
2011 espone alla manifestazione “Notte in Rosa” organizzate dalla Pro Loco e dal Comune di Sinagra. 

1ser

Dalle esperte mani delle fanciulle del territorio dei Nebrodi, avviate sin da piccole all’attività del ricamo, nascevano splendide opere d’arte, uniche ed irripetibili, che andavano a costituire il corredo di ogni ragazza promessa sposa.
Questa fine arte di decorazione di stoffe pregiate e non trovava spazio nel piccolo paese di Piraino, grazie alla tradizione che si perpetuava nelle famiglie e all’opera delle Suore Dorotee che, oltre a gestire l’asilo infantile “Marianna Denti”, portavano avanti una “scuola di lavoro” dove le bambine e le ragazze del luogo imparavano le varie tecniche del RICAMO.

2ser
La “saggezza” acquisita veniva trasmessa da madre in figlia, così come è avvenuto nel caso di Maria Serraino che ha appreso l’arte dalla madre Angela Giardina che a sua volta l’aveva appresa dalla madre Vincenza Ceraolo.
Maria Serrraino, casalinga che abita in Piraino, dopo essersi dedicata al proprio corredo e a quello delle figlie, continua a realizzare capi con i punti del ricamo tradizionale (pieno, rodi, principessa, erba,…) ed inoltre sperimenta sempre nuovi accessori ed elementi d’arredo al chiacchierino e all’uncinetto.

3ser
Ha esposto:
nelle manifestazioni organizzate da Comune di Piratino:
nelle manifestazioni organizzate dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune di Sinagra e precisamente:
Sinagrarte, Notte in Rosa e Balcone Fiorito.

1con

La Signora Condipodaro sin dall’età di tre anni ha frequentato l’ambiente delle monache nel suo paese natio Piraino. Durante la scuola elementare, tutti i pomeriggi andava dalle suore per imparare l’arte del ricamo, dei ferri, dell’uncinetto e del chiacchierino. Ricorda che il primo lavoro che consegnò alla mamma è stato un fazzolettino contornato di punto a giorno e punto filza. Ancora oggi la mamma lo custodisce come una reliquia.
Man mano che lavora si perfeziona sempre di più con tutti gli attrezzi di lavoro.

2con
Amante delle cose particolari il lavoro che le dà più soddisfazioni, è quello che realizza con il chiacchierino, essendo il più ricercato.
Anche alla scuola media nelle ore di applicazione tecniche ha avuto grandi soddisfazioni.
Finita la terza media si scrive all’Istituto Tecnico Femminile all’esame di stato presenta la tesina sul chiacchierino.
Negli anni ha realizzato il proprio corredo, quello dei figli degli amici e dei parenti.
La signora è soddisfatta quando completa il lavoro e pensa, sono stata io a realizzare quest’opera d’arte?.
Il sogno della signora è di aprire un circolo ricreativo per tramandare il suo sapere a tutte le ragazze interessate a scoprire che realizzare un’opera è come creare una propria creatura. Per poterlo realizzare deve aspettare ancora alcun anni in quanto il lavoro adesso, non gli lascia molto tempo a disposizione.

3con
Ha esposto i suoi lavori:
A Milano e Messina in occasione di mostre di ricamo;
Nelle botteghe artigianali di Sinagra;
Nelle manifestazioni organizzate dalla Pro Loco e il Comune di Sinagra “Concorso il dolce di nocciole e mostra “San Leone nell’arte”. 

1re


La Signora Vittoria è nata a Castell'Umberto, oggi vive ad Ucria dove svolge l’attività di Vigile Urbano, ed ha formato la propria famiglia.
Da bambina guardava, ed ammirava le nonne che realizzavano dei lavori a mano con il chiacchierino, l’uncinetto ed il ricamo, ed è grazie a loro che oggi Vittoria realizza dei lavori molto particolari, ed esclusivi.
All'età di 7 anni guidata dalle nonne, inizia a lavorare all'uncinetto e a chiacchierino ecc. man mano che cresceva la passione aumentava sempre più.

2re
Dopo aver imparato a realizzare i centri, si specializza nell’arte del ricamo, fiori all'uncinetto, in carta pesta, con il riciclo ecc
Ama tantissimo inventare o copiare lavori particolari " come piante grasse, ghirlande di fiori “margherite, tulipani,orchidee, girasoli ecc”. fiori realizzati con il riciclo di collant con la carta pesta, sciarpe cappelli ecc. Realizza anche bomboniere in pasta di mais e bamboline con le calze.

3re

Calendario

« Gennaio 2023 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31