Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

All’Università della Terza Età di Barcellona convegno sulla Casa ecologica e domotica

 - di Marcello Crinò -

Con il convegno sulla Casa ecologica e domotica si è chiuso all’ex Monte di Pietà il ciclo di due incontri sulle tematiche della casa organizzati dall’Università della Terza Età, curati dall’architetto Giovanni Pantano, nell’ambito del suo corso all’U.T.E. sull’arte contemporanea. Il primo incontro, il 5 febbraio,  ha riguardato La poetica dello spazio, tra architettura e filosofia, incentrato su alcuni aspetti dello “spazio casa”. L’incontro di domenica 12 marzo si è occupato della Casa ecologica e domotica. Tanina Caliri, Rettore dell’U.T.E., nell’introdurre la serata, ha evidenziato l’originalità del tema per gli aspetti tecnici e quotidiani, che vanno così ad arricchire l’attività didattica. I concetti di Oikos e Domus fanno da perno  ad uno sviluppo che sconfina in vari ambiti, non ultimi poetici e culturali.

DSCF5034

L’architetto Giovanni Pantano, aprendo il suo intervento, ha spiegato il senso della casa vista come un organismo vivente che ha bisogno di materie prime, e la necessità di alimentarla. La casa deve essere un luogo confortevole (funzionalismo) a misura d’uomo (biologica), in sintonia con il proprio tempo (domotica). Oggi bisogna utilizzare la tecnologia ma senza per questo diventarne schiavi. Si è soffermato sul concetto di Bioarchitettura, laddove si privilegiano gli aspetti ecologici, un migliore uso delle risorse naturali, lo studio dell’orientamento, e sul concetto di Architettura bioclimatica, dove è fondamentale il ruolo del clima. Ha mostrato dei progetti realizzati con questi metodi, con il verde in facciata, riandando con la memoria ai giardini pensili di Babilonia, oppure l’ormai noto Bosco verticale di Milano, progettato da Stefano Boeri, e chiudendo con l’immagine di Masdar City, una città del futuro negli Emirati Arabi.

L’ingegnere Emilio Arlotta di Patti, che si occupa del settore degli impianti, di energia e di sicurezza, docente al Maiorana di Milazzo, ha illustrato la casa domotica e le sue finalità, cioè offrire comfort, sicurezza e risparmio. La Domotica, ha spiegato, controlla e coordina l’insieme delle tecnologie di una casa, superando le semplici automazioni attualmente esistenti, permette di risolvere i problemi, e dà la possibilità anche di controllare a distanza gli impianti, ottenendo dei vantaggi in termini di sicurezza e di risparmi energetici.

In conclusione la testimonianza dell’ingegnere Paolo Faranda di Castroreale, il quale ha raccontato la sua esperienza di progettista di un impianto domotico realizzato circa otto anni fa a Genova per una casa di riposo, dove è stato messo in atto quanto illustrato dai relatori.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Settembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30