Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

UN ASSURDO! “MESSINA “CITTA D’EUROPA “ DIVENUTA DA “TERZO MONDO: ”CONCITTADINI MESSINA HA BISOGNO DI TUTTI NOI, RICONQUISTIAMO LA NOSTRA CITTA’!!

 

Cari Concittadini,

mi è gradito porgere a mio nome e del Centro Europeo di Studi Universitari Human Rights of Peace dei CO.B-G.E,.che ho il privilegio di Rappresentare, i più fervidi auguri di Buon anno, che terrei venissero estesi alle :Vostre faniglie.. Innanzi tutto,da messinese devo dare merito al caro  Direttore  di Messinaweb.eu, Rosario Fodale , per la continua attenzione propositiva e l’intelligenza critica rivolta ai nostri amministratori, che sembra si trovino  nel mondo Iperuraneo (περουράνιος),) cosi chiamato da Platone,  in attesa di scendere nella realtà del luogo, per divenire coscienti realizzatori del “ mondo delle idee”  (progetti).. Rivolgo la mia laudatio al Ch.mo Prof.Giuseppe Rando, mio buon amico, per la sua splendida pagina lirica su Messina e il modus operandi dei nostri” saggi”, così per dire, dei nostri amministratori, La città di Messina, così come più volte ho detto,ogni giorno che passa, la si vede sempre più sporca, degradata. E come se ciò non bastasse, soprattutto di sera, risulta  non sufficientemente illuminata, con zone al buio totale, tanto da dare l’idea di città fantasma, suscettibile di pericoli, considerati i gravi avvenimenti di questi ultimi giorni., A gran voce chiediamo di dirci, per favore, che cosa intendete, o meglio che pensate, nella confusione generale del territorio, quale debba essere inteso come “Centro Storico”.. A tal proposito, ricordo che nella mia giovanile esperienza, nell’impegno che detti da amministratore dell’allora“ Quarto Quartiere”, ne suggerii e ne determinai  sostenuto da tutti i Consiglieri il nome, di “Centro Storico”. Essa comprendeva :la zona Duomo, Municipio, Catalani, Prefettura, e poco oltre, sia  da una parte, che dall’altra di  questo comprensorio. Oggi invece, viene dato spesso questo nome a tutt’altra zona..Ma andiamo adesso ad osservare  attentamente ,la nostra “ Urbs Metropolitana”, che di questo nome così roboante, ne ha ben poco.Nel passato godevamo dello splendore di bei monumenti, oggi trascurati e coperti dagli alberi.. esempio eclatante, il monumento alla Regina Elena di Savoia (Benefattrice di Messina,“Rosa d’oro della Cristianità” e Prima Ispettrice delle Sorelle Infermiere della Croce Rossa nella storia d’Italia.) E nessuno fa niente.! E’ proprio un assurdo, preferiamo non dire altro, ma se lo facessimo, forse renderemmo meglio l’idea... Non possiamo dimenticare, il magnifico viale San Martino, la rinomata Piazza Cairoli; con i suoi antichi chioschi e il decantato Irrera;   rovinata e resa come ala di cimitero. Ecco, finalmente!, solo in questi ultimi giorni, si è vista comparire  l’erbetta, e un po’ di luce, con le relative luminarie,,in massima parte concreto dono dei commercianti, ai quali va il nostro plauso, per il contributo coraggioso e generoso nelle spese. Ci  auguriamo possano essere ben ripagati,Voi,  infatti   portate un po’ di calore e colore nelle nostre feste natalizie e riuscite a farci andare con il pensiero indietro nel tempo. Ci riportate, nel periodo in cui Messina era, ammirata in tutto il mondo:Aveva ancora i suoi Enti Istituzionali, come la Fiera Campionaria Internazionale, delle quali è stata depredata, con la Rassegna Cinematografica Internazionale, oltre a  numerose iniziative di grande e profondo significato culturale e sociale  Si vedevano studiosi di fama internazionale partecipare a convegni ad alto livello scientifico,  Oggi per realizzare progetti culturali d’eccellenza, come ad esempio  il Premio “Orione”e il  prestigioso Premio Internazionale “Elio Vittorini”,insigniti di Medaglie dal Presidente della Repubblica Italiana,, gli organizzatori incontrano  mille difficoltà. E che dire della precaria situazione…… del “Teatro Vittorio Emanuele?- . A Messina,  chi vuole dare vita a delle iniziative culturali,è costretto a pagare fior di quattrini,  per avere ospitalità nelle  sale istituzionali: E’ proprio il colmo ! Ci si chiede:” ma il cittadino non paga le tasse? Altro che no, e per giunta con costi elevati, e allora perché questo avviene?. Anche qui l’assurdo. Non solo gli operatori culturali ,vorrebbero attuare la Costituzione, con il previsto articolo 9;  Dobbiamo dire che i suddetti sono altamente meritevoli, perché contribuiscono ad incidere sulla “conoscenza”, dando  apporti positivi, sulla crescita del capitale umano di una comunità e sullo sviluppo dei cittadini alla cultura,,Costoro,però, invece di essere gratificati, li si vedono  sottostare a situazioni economiche capestro...Soffermandoci sui preziosi beni culturali di Messina, non ultimi gli stupendi dipinti, di Antonello da Messina e del  Caravaggio; credo si ponga, come necessaria una specifica e incisiva integrazione tra turismo e cultura, per realizzare una maggiore valorizzazione, tutela e fruizione  del Patrimonio culturale, da permettere evidenti e importanti ricadute sulla crescita economica della nostra città. Colgo l’occasione delle suddette mie riflessioni, con implicite proposte di sensibilizzazione, volte a sollecitare ad un maggiore impegno dei nostri amministratori, che, in fondo, sono convinto amano la nostra città. Ricordatevi però, che Messina ha bisogno di fatti concreti, di  fatti  e non di inutili parole, che ci fanno pensare al Mondo d’Oriente. Voi amici cari, dovete far superare l’impasse in cui è caduta Messina. Occorre  un risveglio operativo, che  sono certo non farete mancare. Attendiamo le vostre risposte. Sono convinto non mancheranno.!!

Cari Concittadini !

Con questi sentimenti,e speranze desidero farvi pervenire, i migliori auguri di Buon anno

DOMENICO VENUTI

 

Ultima modifica il Martedì, 24 Gennaio 2017 17:25
Devi effettuare il login per inviare commenti

Calendario

« Ottobre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31