Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
rfodale

rfodale

- di  Maria Teresa Prestigiacomo -

Catania.Dopo un’anteprima nazionale, martedì 1 ottobre 2019, presso il Teatro Galleria Toledo di Napoli, e dopo le proiezioni del 4 e del 5 novembre, a Catania, a Bari, a Roma, a Rieti, ad Ancona, a Cagliari, a Poggibonsi, a Cesena, a Firenze, a Bologna, a Genova, a Milano, a Bergamo, a Verona, a Vicenza, a Padova e a Trieste, con cui ha avuto l’avvio ufficiale della distribuzione curata da Mescalitofilm, “Ira”, terzo lungometraggio del regista Mauro Russo Rouge, ideatore e direttore artistico del Torino Underground Cinefest, sbarca a Catania. Infatti, lunedì 20 novembre, alle ore 19.00, il film sarà proiettato presso il Cinema King Multisala Cinestudio, sito in via Antonio De Curtis, 14.

IRA s1

Il film “Ira” è stato selezionato al 42° Denver Film Festival, al 36° Festival del Cine de Bogotà e al 17° Ravenna Nightmare Film Fest.

Racconta l’incontro di un ragazzo e una ragazza. Lui lavora ai mercati, lei invece è una prostituta di strada. Tra i due nasce una fortissima complicità. Sullo sfondo, una metropoli fatiscente e desolata. Nello sviluppo della storia, i due protagonisti crescono e si evolvono, portando a un finale assolutamente inaspettato che sancisce la loro libertà.

“Ira” è un film indipendente realizzato con attori presi dalla strada, catapultati in un processo creativo poco ortodosso e sperimentale. Il regista li ha pedinati costantemente per settimane cercando di carpire situazioni reali, senza filtri. Si è introdotto all’interno di luoghi in cui il film è ambientato, in modo furtivo, con una troupe ridotta e con la volontà di filmare la verità dei due protagonisti e di coloro che li circondano.

Coprodotto dalle associazioni ArtInMovimento e Systemout e distribuito da Mescalito Film, è stato realizzato senza l’ausilio di una sceneggiatura. “Mai scritto e tantomeno pensato. È nato per caso e non l’avrei mai finito se avessi dovuto gestire dei veri attori. Ringrazio Samuele Maritan e Silvia Cuccu, quest’ultima premiata come miglior attrice al Rieti e Sabina Film Festival 2018, per come si sono affidati, lasciandosi spiare dal di dentro e permettendomi di muovere non poche emozioni in loro”, afferma il regista Mauro Russo Rouge.

“Ritengo ci siano tutti gli ingredienti perché “Ira” ottenga il successo che merita. Contemporaneo, fresco, originale e soprattutto innovativo per il linguaggio che lo contraddistingue. Fotografa una realtà di periferia caratterizzata da regole ben precise, per i più immobili, ma che grazie alla forza dell’amore vengono ribaltate, in modo poco ortodosso, poiché comunque figlio di quei cliché, figlio di quella realtà underground”, conclude Annunziato Gentiluomo, il produttore del film.

Il trailer è sul seguente url https://vimeo.com/338525850

Il link ufficiale Facebook della proiezione evento è

https://www.facebook.com/events/362141521075082/

 La redazione

 

Messina. Entro il 30 novembre potranno pervenire le poesie, oppure le foto delle opere in pittura o  le fotografie Prorogata la scadenza del concorso Mare Nostrum su tema "Mediterraneità" in senso molto lato ( sezione pittura , poesia lingua italiana e dialettale, fotografia)  e Premio " Celeste Celi" a tema libero e solo per la poesia, dialetto o lingua italiana, dedicato alla poetessa scomparsa fondatrice della Casa Famiglia attualmente CIRS centro di Formazione  e ancor prima accoglienza per le donne in difficoltà e disagio. Premiazione  28 dicembre a Taormina o a Messina.

Domenica 10 novembre 2019, all’ex Monte di Pietà, è stato consegnato al chitarrista calabrese Michele Francesco De Francesco il prestigioso Premio Michele Giamboi, ottenuto al 21° Concorso Musicale Nazionale “Mandanici” città di Barcellona Pozzo di Gotto svoltosi nel maggio scorso.

Il Premio, che viene assegnato ogni anno al singolo musicista o al gruppo che ha mostrato di aver dato maggiore prova di sensibilità musicale e dedizione verso l’arte musicale, è stato consegnato dalla dottoressa Raffaella Comito, vedova del dottor Michele Giamboi.

IMG 0772

 

Giamboi era un appassionato di musica, nato a Lione, in Francia, nel 1936, e rientrato con la famiglia nella città d’origine, Novara di Sicilia, durante la guerra. Si laureò in medicina a Messina nel 1961 e successivamente si specializzò in Igiene Generale e Speciale. Docente universitario di Igiene a Messina e primariato ospedaliero di Patologia Clinica, pubblicò numerosi lavori scientifici. Nel 1971 sposò Raffaella Comito con la quale approfondì le medicine naturali, l’agopuntura, l’omeopatia ecc. Scrisse la voce Floriterapia di Bach nel volume di aggiornamento 1977 del Grande Dizionario Enciclopedico della UTET. Scoprì la passione per la musica, coinvolgendo la moglie e i tre figli. Bach, Mozart, l’Ottocento, Beethoven e Brahms sono stati i suoi autori preferiti, che gli alleviarono le sofferenze della breve malattia che lo portò via prematuramente nel 2003.

Il chitarrista De Fazio si è diplomato nel 2017 al conservatorio di Vibo Valentina con il massimo dei voti sotto la guida del Maestro Marco Rossetti. E’ stato vincitore in diversi concorsi nazionali e internazionali. Ha proposto un programma con brani di musicisti dal secondo Settecento al Novecento: Fernando Sor, Francisco Tarrega, Napoléon Costa, Narciso Yepes, Agustin Barrios Mangoré, Nino Rota, Nikita Koškin e Manuel Ponce. Il tutto eseguito a memoria, senza uso di partiure e con grandissima padronanza tecnica.

IMG 0780

Ad organizzare la serata è stata l’Associazione Musicale Placido Mandanici, già presieduta dalla pianista Teresa Salvato, recentemente scomparsa e ricordata nel corso della serata sia dal direttore artistico Antero Arena (l’altro direttore artistico è la pianista Maria Assunta Munafò) che dalla dottoressa Raffaella Comito, la quale ha rammentato che se esiste il Premio Giamboi il merito è proprio della Salvato. Un ulteriore ricordo simbolico è stato concretizzato da una rosa, donata da Rosita Dell’Aglio della Genius Loci, posta sulla sedia sulla quale la Salvato si sedeva per seguire i concerti e le esibizioni del Concorso. Il concerto è stato organizzato in collaborazione con l’Associazione Orchestra da Camera di Messina, il Network delle Associazioni barcellonesi e le associazioni Genius Loci, Pro Loco Alessandro Manganaro, Università della Terza Età, FIDAPA e i patrocini della Regione Sicilia e del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto.

Marcello Crinò

10 novembre 2019

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Bruxelles. Non dimentichiamo le nostre emigrazioni che oggi nel 2019,  si ripetono, in massa, anche se con diplomi e plurilauree e plurimaster  "professionalizzanti". Migliaia di giovani, alla scalata di posti di lavoro in Italia, tra l' escalation di "si' la vita è  tutto un quiz", parafrasando il testo di una nota canzone di Renzo Arbore, dopo avere tentato invano i famosi quiz formez ripam... vanno in cerca di lavoro in Europa  e in Australia ed in vari Paesi del mondo....agli emigranti di ieri dedichiamo un ricordo che ha sempre concretizzato il maestro Croce Armonia  con le due opere d' arte, presentate in tutto il mondo legato alle miniere e non solo.

I Caschi Blu del contingente italiano di UNIFIL, attualmente su base Brigata Aosta di Messina, hanno avviato già dal 2014 un programma di Market Walk, cioè  un pattugliamento a piedi nei luoghi di mercato, all'interno dei villaggi situati nell'area di operazioni del Libano del Sud.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 2

L’attività consiste nell'assicurare la presenza e la circolazione di personale militare dell’ONU nelle strade principali dei villaggi, nei mercati e nei maggiori centri di aggregazione, al fine di aumentare la percezione di sicurezza per la popolazione e avvicinare la componente militare alle comunità locali.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 3

Già dalle prime esperienze di Market Walk, i riscontri avuti dalla popolazione sono stati molto positivi, facendo percepire la presenza dei militari, in generale, in modo diverso.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 4
Il programma di Market Walk rientra nell'ambito delle attività di assistenza alla popolazione libanese, che è uno dei compiti principali stabiliti dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità tra Libano e Israele e al supporto alle Forze Armate libanesi.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 5

Si tratta di un’attività operativa a tutti gli effetti che concorre, assieme alle cosiddette pattuglie classiche motorizzate ed appiedate, a garantire presenza e sorveglianza sul territorio. Di più, esse permettono una relazione interpersonale con la popolazione, permettendo di ottenere informazioni e comprenderne piú a fondo le esigenze. A questo, nel tempo, si sono aggiunte le LAF (Lebanese Armed Forces) che, oltre a garantire un’idonea cornice di sicurezza ai peacekeppers di UNIFIL, ha consentito anche ad esse di immergersi nel tessuto sociale.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 6

Con l’attuale mandato del Contingente nazionale, si é recentemente passati al nuovo concetto di Pooled Market Walk che consiste in un’attività operativa complessa, condotta non solo da militari impegnati nella specifica attività operativa, ma da un più largo numero di soldati con diverse capacità di ingaggio e interazione con la popolazione, su più mercati. Ciò si è rivelato particolarmente efficace tra villaggi vicini l'uno all'altro, consentendo, quindi, a un maggior numero di soldati contemporaneamente di interagire con la popolazione locale per avere una migliore e più approfondita valutazione della libertà di manovra nell'area di operazioni, nonché facendo aumentare la percezione di presenza sul territorio da parte della popolazione.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 7
Inoltre, nel corso di queste attività vengono effettuati acquisti dai soldati non solo per il benessere personale, ma vengono finalizzati acquisti utili all'intero Contingente per le proprie attività, permettendo di muovere la micro economia locale che, soprattutto nelle aree rurali meno sviluppate commercialmente, trae beneficio.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 8

Per quanto concerne le relazioni con la popolazione, un altro tassello importante è costituito dalla forte presenza di personale femminile tra i militari del Pooled Market Walk che consente una maggiori possibilità nel raggiungere le fasce della popolazione piú restie ad avere contatti con i militari di UNIFIL, quali donne, anziani e bambini, consentendo una migliore valutazione di bisogni e richieste da parte delle Autorità locali, in aderenza anche a quanto stabilito dalla Risoluzione 2433/2018 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che prevede di assicurare una partecipazione significativa delle donne in tutti gli aspetti delle operazioni, nonché di aumentarne il numero.

 UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 9

Magg. Giuseppe Genovesi

Contingente Italiano in Libano

Capo Cellula Pubblica Informazione - Portavoce

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

UNIFIL Il Market Walk nelle citta del Libano del Sud 10

di Maria Teresa Prestigiacomo -

Messina. Gentilezza , professionalità, disponibilità, amore per il  proprio lavoro abbiamo riscontrato al Centro dell'Impiego di Messina; vogliamo spezzare una lancia a favore del personale che in tutti i piani sia al terzo sia al quarto, con il personale dirigenziale, mostra ogni giorno nervi saldi e massima comprensione verso che non è fortunato come noi e non ha un dignitoso lavoro che gli consenta di vivere serenamente. Dal quarto piano, si gode un panorama incantevole della Piazza Cairoli che  si mostra ai nostri occhi come con i maestosi alberi, in piccolo come il  Central Park; all'interno, tra i corridoi che congiungono i vari uffici, delle aiuole con piante, palmizi, piante grasse, corredano l'ambiente: un giardino d'inverno che conferisce un'atmosfera di pace e serenità. Qui al quarto piano, per informazioni, previo appuntamento, si premurano di fari accomodare in una confortevole sala d'attesa in blue e teck....e il colloquio con il personale è davvero efficace, nel segno  della efficenza che deve caratterizzare la mission di questi uffici al servizio del pubblico esigente e decisamente molto nervoso ed inquieto, per le incertezze relative allo sbocco nel modo del lavoro...mamme separate, sordastre, diversamente abili e con due figli, badanti in cerca di una soluzione che possa restituire un normale riposo notturno, doveroso dopo una giornata di stress. E' normale trattare in questi uffici con ceti medio basso, condizioni subalterne, personaggi che non esitano ad alzare la voce quando le loro domande lavorative non abbiano una risposta, secondo le loro aspettative; nonostante tutto, abbiamo constatato che nervi saldi e professionalità accompagnano l'iter quotidiano della faticosissima giornata lavorativa del personale del Centro per l'Impiego, dal dirigente ing Gaetano Sciacca al personale di tutti i piani che manifestano massima comprensione per le problematiche altrui, quel pizzico di umanità che oltre alle qualità di efficacia nel servizio donano un sorriso ed un po' di speranza a chi non si arrende alle avversità: Certo, un giorno ad un comizio dell'On.le Nello Pogliese quando era parlamentare europeo, sentivo dire che Tubinga ha il tasso di disoccupazione che si registra al 3 % e quelle 3 persone su 100 che   non lavorano, vuol dire che hanno abbracciato la vita on the road sacco a pelo e....via per il mondo. Noi non siamo a Tubinga e tutte le occasioni per uno sviluppo del territorio, dell'area dello Stretto debbono  essere colte, compreso il famoso Ponte sullo Stretto che sin'ora è  stato solo il ponte dei...sospiri!   

- di M. C. -

Magia, illusionismo, sand art, ombre cinesi per far sognare grandi e piccini nello spettacolo inaugurale del ciclo “Teatro in Famiglia” al Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto. L’appuntamento è infatti con l’illusionista Oscar Strizzi, che ha lavorato, tra l’altro, per il circo più spettacolare e famoso del mondo, Le Cirque Du Soleil, si è esibito in numerosi Festival della Magia e anche per il regista David Linch.

strizzi 34

Il Mago di Oz nel Paese delle Meraviglie, questo il titolo dello spettacolo, andrà in scena domenica 10 novembre 2019, alle ore 18 (poltronissima a 10 euro, 8 il ridotto, I e II settore a 7 euro, 5 il ridotto, galleria e III settore a 4 euro).

Assieme all’innovativa iniziativa dei “Biglietti sospesi”, per la quale il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto per ogni gruppo di 25 spettatori regala due biglietti da sorteggiarsi tra gli allievi più meritevoli delle scuole del territorio, “Teatro in Famiglia” rappresenta uno degli investimenti della città sulle nuove generazioni.

Pensato per un pubblico che va dai nonni ai nipotini, il ciclo proseguirà il 26 gennaio 2020, sempre alle ore 18, con Giufà, un viaggio per conoscere, per capire, per crescere del Centro Studi Artistici, per la regia di Carmelo R. Cannavò, e il 22 marzo 2020, ore 18, con La gazza ladra, spettacolo con la regia di Emanuele Gamba, ispirato all’opera di Luzzati e alle musiche di Rossini.

E anche per il “Teatro in Famiglia” il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto ha realizzato appositi “pacchetti”. Per i tre spettacoli più il Gran Concerto di Fine Anno della Banda Musicale Placido Mandanici (26 dicembre 2019, ore 19) diretta dal maestro Bartolo Stimolo questi prezzi: poltronissima 24 euro, I e II settore 16 euro, galleria e III settore 12 euro. Per i tre spettacoli senza il Gran Concerto poltronissima a 20 euro, I e II settore a 14 euro, galleria e III settore a 10 euro. Per due spettacoli a scelta tra i tre del “Teatro in Famiglia”, poltronissima a 15 euro, I e II settore a 10 euro, galleria e III settore a 7 euro.

Il botteghino è aperto ogni mattina dalle 10,30 alle ore 13 e nei giorni di martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle ore 15,30 alle ore 18,30. Attiva la biglietteria on line su Tickettando-TicketOne (possibile acquistare i biglietti anche con 18App e Bonus Cultura).

7 novembre 2019

4° REGGIMENTO GENIO GUASTATORI

UFFICIALE ADDETTO ALLA PUBBLICA INFORMAZIONE

_______________________________________________

COMUNICATO STAMPA

 

MESSINA 07/11/2019. In località Tre Mestieri a Messina è stato trovato un proietto d’artiglieria da 105 mm. di nazionalità americana risalente all’ultimo conflitto mondiale, il residuato bellico è risultato essere caricato con oltre 500 grammi di esplosivo ad alto potenziale.

L’ordigno è stato riportato in superfice durante dei lavori di scavo che si stavano effettuando presso l’imbarcadero dei traghetti Messina-Reggio Calabria.

Ordigno rinvenuto a tre mestieri messina foto 2

Su richiesta della locale Prefettura sono intervenuti sul posto i militari del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, alle dipendenze della Brigata Aosta, specializzati nella bonifica di ordigni esplosivi, che hanno provveduto prima alla rimozione e poi alla distruzione del proietto presso una cava sita a Santo Stefano Medio.

Le operazioni di bonifica si sono svolte in una cornice di sicurezza grazie anche alla presenza di personale sanitario della Croce Rossa di Tortorici (ME)  e dei carabinieri della Compagnia Messina Sud.

Il personale specializzato dell'Esercito Italiano è il solo abilitato ad intervenire sui residuati bellici rinvenuti sul territorio nazionale in quanto, data la numerosa varietà e pericolosità di tali ordigni, è necessario possedere un addestramento e una formazione specifica per poter operare con la massima sicurezza.

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30