Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
rfodale

rfodale

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

VillafrancaTirrena, ME. Evento d' arte alta moda e gusto all' hotel Viola Palace  4 stelle che ha riconquistato una clientela ricercata e raffinata, pur nell' ottica di un ottimo rapporto qualità/prezzo, con l' attenta gestione manageriale  della dott.ssa Anna Lo Presti e con la gentilezza e disponibilità  lungimirante dei proprietari ,i signori Viola,  in particolare Wender di poche parole ma concretamente attento  e sensibile ad ospitare eventi culturali. L' Accademia euromediterranea delle arti  ha rivolto l' invito  all' evento anche all' A.N.F. che ha così inteso operare, a fianco dell' Accademia citata, per sostenere i ragazzi diversamente abili, con un evento d' arte che serva ad incentivare  la produzione artistica dei ragazzi downs ed  attraverso l' arteterapia trasmetta un benessere psichico. 

Inoltre, 15 modelle per l' atelier Naccari di Messina di Via Santa Cecilia abbelliranno le sale dell' hotel, con gli splendidi abiti della stilista messinese. Michele Patane', il pittore del papiro e cantautore, eseguirà dei brani e le sue modelle esibiranno due abiti griffati Patane', seguite dalla  brillante coreografa di moda Rosy Donzuso. Saranno presenti ospiti illustri :il presidente ANF Messina, consigliere Nazionale prof Domenico Venuti,  presidenti e past president di alcuni  Kiwanis clubs della città  di Messina  il dr Orazio  Nicosia  e la prof.ssa Mariella Denaro e il pittore Giotto che è  stato il docente per numerosi allievi diversamente abili che saranno presenti con le loro opere.  Imprenditrici e professionisti di valore  assisteranno all' evento di notevole valenza socio-culturale. I pittori che presenteranno le loro opere, visibili sino al 5 novembre, saranno: Gianfranco Di Natale, abile ritrattista, Giuseppe Rinaldi, il pittore del mare, Domenico Venuti dalla penna biro magistralmente usata  per le sue opere b/n, Salvatore Privitera, protoromantico alla Turner,  Giuliana Calì, la pittrice dei paladini e dell' Etna, Rizzorco surreale ed ecologista raffinato, Michele Patane', il pittore del papiro e gli allievi   emergenti ma valenti allievi di Gi-otto: Maria Grazia Demetrio, Giacomo Catania, Elisa Daniela, Antonio Francescan, Ciccio e Angela e Marco Nicosia. Pittori uscenti Marchese, Zuccarello, Musumeci, Coletta, Tomarchio, Meoni e Crisafulli. Esaurito il defile',  per la parte socio culturale di notevole pregnanza di contenuti porterà i saluti A.N.F. il prof. DOMENICO VENUTI che illustrerà brevemente, i programmi A.N.F. ricchissimi programmi legati al sociale, interverra' anche Renato Di Pane, segretario e la dott.ssa Argentina Sangiovanni, criminologa, presidente patronesse A.N.F.

Telespazio canale 611  Smart TV o app telefonica putaradio sarà presente, per intervistare  e mandare in streaming, in tutto il mondo,  le  mie interviste sulla rubrica di Telespazio Sicilia  Cult : a Salvatore Delia, a Domenico Venuti, a Gi-otto, a  Michele Patane' ed ad un rappresentante dei diversamente abili pittori ed ancora  a Roberta Grimaldi ed a Gregorio Cesareo ed ad  Angela Vasta. 

Ringraziamo Wender Viola, la famiglia Viola e Anna Lo Presti con un arrivederci ogni giorno ore 9.05 a cadenza oraria tranne h 13  h 19  e h23  per la mia rubrica d' arte e letteratura, in onda dal Viola Palace Hotel  con tutti voi amici, pittori, poeti ,scrittori, su telespazio,canale 611 e app putaradio....(apri Google e digiti putaradio. Scarichi l' app e cliccando su putaradio; sul tuo telefono vedrai in diretta Telespazio che trasmette in tutto il mondo in streaming grazie ad un potente server in Germania...potenza della tecnologia!).

Viola Palace giorno 18 ottobre, ore 18.30 defile' moda Naccari.

A seguire , una deliziosa cena al ristorante Agave del Viola Palace, con gustosi manicaretti dello chef per la conviviale A.N.F. ed Accademia Euromediterranea  delle arti  insieme. Prenotazioni presso lo stesso hotel.

- di  M.C. -

È una delle scelte che caratterizzano la Stagione del Teatro Mandanici: mettere insieme spettacoli per diversi tipi di pubblico e, allo stesso tempo, realizzare una politica dei prezzi in grado di venire incontro alle esigenze degli spettatori. “Il teatro è uno dei luoghi in cui si fa cultura, si fa divertimento, si fa aggregazione”, sottolinea il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, Roberto Materia. “Da quando abbiamo la gestione in house del ‘Mandanici’, è un punto irrinunciabile quello di creare opportunità per tutti i cittadini, perché una sera a teatro sia una festa che ci si possa permettere”.

DSCF7499 pubblico teatro mandanici Copia 2

Ed ecco la novità di quest’anno: veri e propri “pacchetti” che abbassano significativamente i costi.

Il primo riguarda quattro tra i più attesi spettacoli della Stagione, e cioè “Tale e Quale Showman” con Manlio Dovì (26 ottobre 2019, ore 21); “La tempesta” di Shakespeare (30 novembre 2019, ore 21) per la regia di Roberto Andò con Renato Carpentieri e con Giulia Andò, Filippo Luna, Vincenzo Pirrotta, Paolo Briguglia, Fabrizio Falco, Paride Benassai Gaetano Bruno; “Love letters” (21 dicembre 2019, ore 21) per la regia di Veruska Rossi con Raul Bova e Rocio Munoz Morales; il Gran Concerto di Fine Anno (26 dicembre 2019, ore 18:30) della Banda musicale Placido Mandanici diretta dal maestro Bartolo Stimolo. Se acquistati in “pacchetto” gli spettacoli vengono a costare tutti insieme in poltronissima 82 euro anziché 92, in I e II settore 62 euro anziché 84, in galleria e III settore 45 euro anziché 60.

Gli stessi spettacoli, con esclusione del Gran Concerto, e quindi “Tale e Quale Showman”, “La tempesta” e “Love letters” compongono il secondo pacchetto per il quale la poltronissima costa 75 euro anziché 85, I e II settore costano 58 euro anziché 77 e galleria e III settore costano 42 euro anziché 53.

Sempre di “pacchetti” si tratta anche nel caso delle domeniche a “Teatro in famiglia”. Per quattro spettacoli, e cioè “Il Mago di Oz nel Paese delle Meraviglie” (10 novembre 2019, ore 18) del mimo e illusionista Oscar Brizzi, “Giufà, un viaggio per conoscere, per capire, per crescere” (26 gennaio 2020, ore 18) del Centro Studi Artistici, per la regia di Carmelo R. Cannavò, e “La gazza ladra” (22 marzo 2020, ore 18), spettacolo con la regia di Emanuele Gamba, ispirato all’opera di Luzzati e alle musiche di Rossini, più il Gran Concerto di Fine Anno questi i prezzi: poltronissima 24 euro anziché 37, I e II settore 16 euro anziché 28, galleria e III settore 12 euro anziché 19.

Tre spettacoli senza il Gran Concerto costituiscono un altro “pacchetto” con poltronissima a 20 euro anziché 30, I e II settore a 14 euro anziché 21, galleria e III settore a 10 euro anziché 12. Ultimo “pacchetto”, due spettacoli a scelta tra “Il Mago di Oz nel Paese delle Meraviglie”, “Giufà, un viaggio per conoscere, per capire, per crescere” e “La gazza ladra” vengono in poltronissima a 15 euro anziché 20, I e II settore a 10 euro anziché 14, galleria e III settore a 7 euro anziché 8.

Non è tutto. Per coloro che non vogliono prendere i “pacchetti” sono previsti, in quasi tutti gli appuntamenti, le riduzioni per gli under 30 anni e gli over 65. E i biglietti possono essere acquistati anche con 18App e Bonus Cultura on line su Tickettando-TicketOne.

Ecco i prezzi dell’intero cartellone, spettacolo per spettacolo: per “Tale e Quale Showman” con Manlio Dovì (26 ottobre 2019, ore 21) 20 euro per la poltronissima (ridotto 17), 15 euro per I e II settore (ridotto 12 euro), 10 euro galleria e III settore (ridotto 8); “Il Mago di Oz nel Paese delle Meraviglie” (10 novembre 2019 ore 18.00, ciclo Teatro in famiglia) poltronissima a 10 euro (ridotto 8), I e II settore a 7 euro (ridotto 5), galleria e III settore a 4 euro; “La tempesta” (30 novembre 2019, ore 21) poltronissima a 40 euro (ridotto 36), I settore a 34 euro (ridotto 30), II settore a 28 euro (ridotto 24), galleria e III settore a 23 euro (ridotto 20); “Love letters” (21 dicembre 2019, ore 21) poltronissima a 35 euro (ridotto 30), I e II settore a 28 euro (ridotto 25), galleria e III settore a 20 euro (ridotto 18); “Gran concerto di Fine Anno” (26 dicembre 2019, ore 18:30) prezzo unico 7 euro; “Il Lago dei Cigni” (19 Gennaio 2020 ore 21.00) poltronissima e I settore a 38 eur o (ridotto 33), II settore a 36 euro (ridotto 31), III settore a 23 euro (senza riduzioni), galleria a 25 euro (ridotto 20), Giufà, un viaggio per conoscere, per capire, per crescere” (26 gennaio 2020, ore 18, ciclo Teatro in famiglia) poltronissima a 10 euro (ridotto 8), I e II settore a 7 euro (ridotto 5), galleria e III settore prezzo unico 4 euro; “Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show” con la Jazz Company (13 febbraio 2020 ore 21.00) poltronissima e I settore a 43,50 euro, II settore a 38 euro (per questo evento la galleria fa parte del II settore), III settore a 28 euro; “A che servono gli uomini?” con Nancy Brilli e regia di Lina Wertmuller (12 marzo 2020 ore 21.00) poltronissima e I settore a 39,50 euro, II settore per questo evento la galleria fa parte del II settore) a 33,50 e III settore a 28; “La gazza ladra” (22 marzo 2020 ore 18.00, ciclo Teatro in famiglia) poltronissima a 10 euro (ridotto 8), I e II settore a 7 euro (ridotto 5), galleria e III settore prezzo unico 4 euro.

15 ottobre 2019

Comunicato stampa

Si conclude il programma Autunno all’Odeon 2019 organizzato dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia con due eventi particolari la danza contemporanea, l'opera dei pupi e due concerti di musica classica e contemporanea.

Una settima all’insegna della danza, musica e dell’eccellenza per l’Odeon, uno spazio storico nel cuore di Taormina che ritorna alla sua naturale destinazione di rappresentazioni musicali, teatrali e letterarie grazie al Parco Archeologico Naxos-Taormina.

Venerdì 18 ottobre Lous Flower - The Dream of Life, DT Junior Ballet per le coreografie di Alessandra Scalambrino, uno spettacolo ispirato ai vari stadi dell’amore. Partendo dalla versione dell’amore romantico, quella in cui ci hanno fatto credere che si può essere felici solo in due, fino alla scoperta che siamo nati già completi e non abbiamo bisogno di nessuno per perfezionarci. Possediamo dentro di noi tutti gli strumenti per trasformare il dolore in meraviglia e la nostra vita in un capolavoro. Il fiore di loto è una magnifica metafora delle persone capaci di piegare il dolore e dispiegarlo poi sotto forma di serenità, autocontrollo e persistenza. Da questa metafora la coreografa Alessandra Scalambrino ha sviluppato il movimento sulle note del genio poetico di Chopin tra i grandi maestri della musica romantica.

Sabato 19 ottobre Skillie Charles Orchestra - Soulsville. La Skillie Charles Orchestra nasce dalla passione per il blues dei fondatori Carlo Schilleci e Antonio Macaluso. Il repertorio della band, nata nel 2004, prende spunto dalle radici della musica dei neri afroamericani, con la rilettura di brani blues e gospel secondo i canoni dei rispettivi generi e non mancano i riferimenti ai grandi maestri del soul e del R'n'B anni '60 e '70. La band, oltre alle esibizioni in vari famosi locali ha partecipato ha molti festival nazionali e internazionali nonché ad eventi commerciali di noti brand mondiali. Il gruppo si caratterizza per la poderosa sezione fiati ed è arricchito, nel pieno rispetto della tradizione soul stile Stax e Motown, da un gruppo di coriste alcune delle quali provenienti da esperienze gospel.

Domenica 20 ottobre ore 11.30 La Canzone di Orlando. Martirio dei Franchi a Roncisvalle. Vendetta dei Cristiani di e con Giovanni Calcagno, attore, regista, cantastorie. una nuova produzione del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino in collaborazione con Associazione culturale La casa dei santi. Lo spettacolo trae ispirazione da uno dei momenti più rappresentativi e forse rappresentati della Chanson de Roland e che crea un ponte tra quella oralità su cui si fonda il progetto dell’Associazione, i racconti di tradizione orale diffusi nel Meridione d’Italia da rinaldi e contastorie e una delle pratiche teatrali tradizionali siciliane più rappresentative a livello locale ed internazionale, l’opera dei pupi, dichiarata nel 2001 dall’Unesco “Capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità.

Nella Chanson de Roland (in italiano La Canzone di Orlando), e cioè nella storia del tradimento di Gano di Magonza a Carlo, re dei Franchi, del conseguente massacro sui Pirenei, a Roncisvalle, della retroguardia del suo esercito cristiano capitanata dal conte Orlando, e della vendetta tremenda nei confronti dei Mori musulmani e dei traditori, tanti temi sono attuali e urgenti. Prima ancora dell’ingresso dell’Amore nelle gesta di questi guerrieri medievali (ingresso che darà vita ai poemi più famosi dell’Ariosto e del Tasso), queste vicende, legate soprattutto alla guerra, al fanatismo religioso (sia dei cristiani che dei musulmani), alle ragioni della politica e della conquista, ci confermano ancora una volta che la storia è sempre scritta dai vincitori. Ma accanto a tutto questo, nella Canzone di Orlando, risuona potente la voce di un guerriero, che attraverso la sua tragica esperienza in battaglia, celebra per noi il suo incontro con la morte, in cui splendono meravigliose la sua grandezza eroica e la sua sensibilità umana.

La Canzone di Orlando è un racconto per voce e tammorra di un’ora circa in cui Giovanni Calcagno utilizza le tecniche delle narrazioni tradizionali siciliane a braccio insieme con la dizione di alcuni testi in endecasillabi in italiano e di alcuni brani in francese antico tratti da questo fondamentale testo della letteratura occidentale, oggi tremendamente attuale. Una nuova produzione del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino in collaborazione con Associazione culturale La casa dei santi. Entrata libera.

Sempre domenica alle ore 18.30 Dancing Keys. Il noto pianista Georgi Mundrov porterà il pubblico in un viaggio musicale attraverso le opere di Chopin, Schumann, Debussy, Albeniz, Ginastera, Salgan e Piazzolla. Georgi Mundrov, definito dalla critica "pianista straordinario dalle performance assolutamente colossali", è considerato non solo un virtuoso del pianoforte, ma anche un poeta, che incoraggia il pubblico a condividere le sue riflessioni musicali. Georgi Mundrov è riuscito a consolidare la sua reputazione come solista ben oltre i confini europei, ha eseguito diversi recital e suonato come solista con diverse orchestre in America Latina, Australia e Medio Oriente. È direttore artistico del “Dreieicher Musiktage im Mai Musik Festival” e docente presso la Musikhochschule des Saarlandes a Saarbruecken, in Germania. Il concerto è in collaborazione con Associazione Musicale Almoetia.

La stagione Autunno all’Odeon è sostenuta dagli Assessorati Regionali Turismo, Sport e Spettacolo, Beni Culturali e dal Comune di Taormina.

Info:

www.taoarte.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 391. 746. 2146

Biglietti

Posto unico € 12,00 €10,00 residenti

Prevendita Casa del Cinema Corso Umberto, 61

Vendita all'Odeona partire da mezz’ora prima degli spettacoli

(sino ad esaurimento posti)

La giornata nazionale dedicata alla sensibilizzazione ai problemi dell’udito, la seconda per la piazza di Messina, che ripete così i numeri dello scorso anno. Dalle 10,00 del mattino medici specialisti e specialisti dell’udito hanno eseguito screening dell’udito gratuiti ed esami vestibolari per scongiurare le patologie labirintiche.

nonno5

Grazie alle equipe del prof Francesco Galletti, direttore Clinica ORL Policlinico Messina e del dott. Vincenzo Milone, direttore UOC otorinolaringoiatria Asp 5 Milazzo, nelle tende messe a disposizione dalla CRI, centinaia di messinesi hanno potuto effettuare la visita medica per controllare lo stato di salute del proprio udito. La giornata è proseguita all’insegna dell’allegria con la partecipazione di associazioni sportive: l’Asd Messina Table Soccer (Subbuteo), l’Asd Seido Kenpo Ryu Dojo, Associazione Messina Scherma ed inoltre l’associazione “Clown Therapy” che ha intrattenuto i bambini e la scuola di Musica Ars Nova Messina che ha eseguito alcuni brani con l’ensamble di fiati . Altre associazioni quali l’AMMI Messina, il Lions Club Messina Ionio, la Fidapa Messina, l’Università della terza età, la Consulta comunale delle organizzazioni sociali e “Amici dello Jaci” hanno contribuito alla divulgazione della campagna. “L’Ospedale in piazza” è partita lo scorso 22 settembre e ha coinvolto gli ospedali di 36 città in 16 Regioni. Solo quest’anno sono oltre 10 milioni i cittadini che in tutta Italia hanno potuto effettuare controlli gratuiti dell’udito. Messina quest’anno si è superata grazie anche al supporto della Regione Sicilia e del Comune di Messina, rappresentato dal sindaco Cateno De Luca presente in piazza e dall’assessore al welfare Alessandra Calafiore che per l’occasione è stata ringraziata dal coordinatore regionale Luigi Bonanno, con l’omaggio dell’Uovo di Nonno Ascoltami. Ben 8 le scuole che hanno partecipato alla giornata messinese dedicata all’udito con numerosi elaborati fatti dai ragazzi delle scuole elementari e medie messinesi.

nonno6

Decine di cartelloni, poesie, disegni e racconti sono stati affissi sul “Muro del Nonno” e hanno colorato la piazza. Grande la sensibilità dimostrata dai ragazzi che attraverso gli elaborati hanno dimostrato di comprendere l’importanza del messaggio di questa iniziativa. La commissione composta da Maria Francesca Scilio, presidente Lions Club Messina Ionio, Basilio Maniaci, presidente Università della terza età, Marina Mento insegnante e Letizia Lucca, giornalista, ha scelto i lavori più belli: il premio per il miglior cartellone è andato alla scuola primaria di Larderia Superiore I.C. “G. Martino”, per il miglior disegno è stata premiata la IV sez. B dell’I.C. “Cannizzaro Galatti”, per la miglior poesia scuola primo grado sono state premiate ex aequo Letizia Fucile della classe 1 sez. A, dell’ I.C. “Pascoli Crispi” e Aurora Maniaci della 1 sez. A dell’ I.C. “Cannizzaro Galatti”, per la sezione poesia scuola primaria il premio è andato a Rita Pagano per un lavoro di gruppo fatto con la classe V sez B della scuola “Don Bosco”, e per il miglior racconto è stata premiata Sofia Todaro della 1 sez A dell’I.C. “Pascoli Crispi”. A tutte le scuole è stata consegnata una coppa, le scuole sono: Paino-Gravitelli” (dirigente scolastica Domizia Arrigo, docente referente Renata Ruggeri); “Pascoli-Crispi” (dirigente Alfio Borzì, referente Linda Midiri, Teresa Lione); “Salvo D’Acquisto” (dirigente Pietro Ruggeri, referente Licia De Salvo); Tremestieri “Gaetano Martino” (Giuseppina Broccio, referente Rosetta Mangano); “Cannizzaro-Galatti” (Egle Cacciola, referenti Antonella Triscari, Eva Buttà); “San Giovanni Bosco” (referente Serafina Carrozza); Istituto Salesiano “Domenico Savio” (dirigente don Umberto Romeo, referente Daniela Genovese), Istituto Collegio “Sant’Ignazio” (referente Emanuele Fazio). Il coordinatore regionale di “Nonno Ascoltami! Udito Italia Onlus” Luigi Bonanno promotore della tappa messinese ha dichiarato di essere molto soddisfatto dell’evento di quest’anno che ha visto in piazza migliaia di messinesi, sia adulti che piccini. “Per noi – ha dichiarato – è stato gratificante vedere la partecipazione di così tanti bambini che grazie alla loro creatività hanno saputo comunicare il messaggio di Nonno Ascoltami. Devo anche ringraziare Liliana Venuti che ha saputo creare una rete di associazioni e scuole con lo scopo di promuovere la sensibilizzazione ai problemi dell’udito. Inoltre vanno ringraziati il sindaco Cateno De Luca e l’assessore Alessandra Calafiore che hanno dato il loro prezioso contributo” . Grande soddisfazione anche per Giancarlo Alfani, direttore di Nonno Ascoltami, presente per il secondo anno consecutivo a Messina. “ Le piazze di tutta Italia hanno risposto con grande entusiasmo e in grandi numeri all’appello lanciato dalla nostra Onlus. Per noi questo rappresenta un successo perché significa che sempre più cittadini fanno affidamento ai nostri medici e comprendono l’importanza della prevenzione”.

Letizia Lucca

Il Contingente Italiano, di comune accordo con la municipalità di Bint Jubayl, nel Libano del sud, ha svolto nei giorni scorsi la cerimonia inaugurale relativa alla realizzazione di nuove aule didattiche dell’Istituto Tecnico.

UNIFIL INAUGURAZIONE ISTITUTO TECNICO BINT JUBAYL 2

UNIFIL INAUGURAZIONE ISTITUTO TECNICO BINT JUBAYL 

L’opera, richiesta dalla comunità locale, è stata realizzata con fondi nazionali nell'ambito dei progetti di Cooperazione Civile e Militare del contingente italiano, ed eseguita attraverso le capacità tecniche del personale del 4° Reggimento Genio Guastatori della Joint Task Force Lebanon comandato dal Ten. Col. Pasquale Mannino, pedina operativa del contingente nazionale su base Brigata Aosta.

UNIFIL INAUGURAZIONE ISTITUTO TECNICO BINT JUBAYL 4

La ristrutturazione integrale di 10 aule e dei tetti della scuola, portata a termine grazie ad un sinergico lavoro di cooperazione tra Caschi Blu della Brigata Aosta e autorità didattiche di Bint Jubayl, sarà fruibile da circa 1.200 studenti, garantendo loro di condurre le lezioni in condizioni più confortevoli e salutari. Per permettere ciò, sono state coibentate, climatizzate, controsoffittate e ritinteggiate le stanze e posato un nuovo impianto di riscaldamento.

UNIFIL INAUGURAZIONE ISTITUTO TECNICO BINT JUBAYL 7

Questa, insieme ad altre opere realizzate dai peacekeeper italiani, si aggiunge alle varie attività condotte utilizzando expertise e manualità degli specialisti italiani e viene messa a sistema in un contesto infrastrutturale e territoriale più ampio, allargandone la portata e, quindi, l’efficacia.

UNIFIL INAUGURAZIONE ISTITUTO TECNICO BINT JUBAYL 8

L’iniziativa ha, altresì, favorito il consolidamento dei rapporti con la comunità del sud del Libano, che in questa remota zona dell’area di responsabilità ha dimostrato rinnovata fiducia nella missione UNIFIL e un corrisposto interesse all'approccio empatico dei militari italiani.

Difatti i rapporti con la comunità di Bint Jubayl, basati da tempo sulla collaborazione e sulla stima reciproca vengono portati avanti, come nelle altre municipalità e villaggi del Libano del sud, in aderenza al mandato conferito dalla Risoluzione 1701/2006 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

UNIFIL INAUGURAZIONE ISTITUTO TECNICO BINT JUBAYL 9

A margine della cerimonia di inaugurazione, il direttore dell’Istituto scolastico, dott. Dani Salameh, ha espresso il proprio sentito ringraziamento al generale di brigata Bruno Pisciotta, comandante del contingente italiano, per essere sempre presente, assieme agli altri peacekeepers della missione UNIFIL, nel dare risposte concrete alle richieste che provengono non solo dalle autorità istituzionali locali, ma anche dalla popolazione civile, soprattutto quella più bisognosa o in tenera età.

UNIFIL INAUGURAZIONE ISTITUTO TECNICO BINT JUBAYL 10 

Magg. Giuseppe Genovesi

Contingente Italiano in Libano

Capo Cellula Pubblica Informazione - Portavoce

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

MESSINA - Giuseppe Oriti dell’azienda agricola “Il Vecchio Carro” è lo street fooder più gradito del Messina Street Food Fest, la manifestazione dedicata la cibo di strada e alla valorizzazione delle tradizioni legate al pescato locale che si è svolta dall’10 al 13 ottobre nella città dello Stretto. Per il secondo anno consecutivo, il panino con la porchetta di suino nero dei Nebrodi e cipolla rossa caramellata è la specialità di street food più apprezzata dal pubblico che ha affollato Piazza Cairoli nella quattro giorni della manifestazione. Una terza edizione da record. I numeri parlano chiaro con oltre 100 mila le persone che hanno partecipato alla kermesse dedicata al cibo di strada. Giovani, anziani, famiglie con bambini in festa hanno decretato il successo dell’evento organizzato da Confesercenti Messina. 

Panino con porchetta Il Vecchio Carro

Giuseppe Oriti ha ricevuto il primo premio come operatore più gradito dal Presidente di Confercenti Messina e ideatore dell’iniziativa, Alberto Palella. Erano 40 le specialità salate e dolci presenti nelle colorate casette e non era facile trionfare e confermare il primato già conquistato lo scorso anno. “Sono emozionato – ha affermato il produttore di porchetta e allevatore di suino nero dei Nebrodi – in tantissimi hanno scelto il mio panino e hanno apprezzato la qualità di un prodotto artigianale preparato con amore, secondo l’antica ricetta di famiglia”.

L’Azienda agrituristica “Il Vecchio Carro” che Giuseppe Oriti gestisce insieme alla moglie Eliana Carroccetto è ubicata a Caronia, in provincia di Messina, nel territorio del Parco dei Nebrodi. L’azienda da 20 anni è specializzata nell’allevamento allo stato semibrado del maialino nero dei Nebrodi, specie autoctona antichissima che si caratterizza per la piccola taglia e il mantello scuro. L’azienda seleziona solo gli esemplari che mantengono inalterate le caratteristiche pure della specie, salvaguardando i ceppi genetici originari. Il gusto della carne viene esaltato dai maestri salumieri attraverso un procedimento di massaggiatura con il sale marino siciliano e con vari aromi naturali, che precede la cottura nel forno a legna dell’azienda agricola, secondo l’antica ricetta di famiglia. Per la preparazione della porchetta non vengono utilizzati né additivi, né conservanti. 

Messina Street Food Fest è stata promossa e organizzata da Confesercenti Messina in partnership con il Comune di Messina e patrocinata da Unione Europea, Regione Siciliana - Assessorato Agricoltura Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, Dipartimento della Pesca Mediterranea attraverso il PO FEAP 5.68, Città Metropolitana di Messina, Camera di Commercio, ATM, I.I.S. Antonello, Istituto Co.Ri.Bi.A, Proloco Messenion, Euro - Toques Italia, Sacom.

Sabato 5 Ottobre scorso, con un’elegante Cerimonia di Premiazione, si è conclusa l’Undicesima Edizione del Premio Internazionale di Poesia “Maria, Madre del Buon Cammino”, certamen letterario promosso dalla Parrocchia Sacro Cuore di Gesù – S. Venera di Trappitello Taormina (ME), guidata dal Sac. Antonino Tricomi, e organizzato da Massimo Manganaro e Gioacchino Aveni. Un concorso consolidato e di prestigio, al quale hanno partecipato ben 208 Poeti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

 DSC 0071

Alla Cerimonia non poteva mancare la Commissione Giudicatrice, composta da: Don Roberto Romeo, Direttore della Scuola Diocesana per la Formazione Teologica di Base di Messina, insegna discipline teologiche presso l’Istituto Teologico “San Tommaso” di Messina, lo Studio Teologico “San Paolo” di Catania e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Reggio Calabria; Maria Lidia Simone, poetessa e pittrice, Cavaliere dell’Arte e vincitrice del Leone di San Marco alla Biennale di Venezia, dell’Oscar d’Oro nelle Canarie e del Nobel Internazionale d’Arte; Salvatore Puglia, stimato poeta il cui nome figura nel “Dizionario Bibliografico e Critico degli Autori ed Artisti Italiani”; Rosa Maria Di Salvatore, poetessa sensibile, presente con le sue Liriche in prestigiose antologie e riviste, ha ottenuto lusinghieri riconoscimenti e pubblicato diversi libri; Teresa Vadalà Fierro, affermata poetessa e autrice di testi teatrali, vincitrice di numerosissimi premi internazionali.

 DSC 0331

Alla presenza dell’Assessore del Comune di Taormina Francesca Gullotta e del Consigliere Comunale di Taormina Giuseppe Sterrantino, dinanzi a un pubblico plaudente, sono state premiate le Opere in Versi vincitrici e i loro autori:

– Poesia in Lingua Italiana a tema religioso:

1) Rita Muscardin (Savona), La fotografia;

2) Carmelo Di Stefano (Modica, RAGUSA), Comunque Madre;

3) Stefania Iannò (Roma), Dall'anima, una voce...;

Menzione d’Onore a Giovanni Malambrì (Messina), Prendimi per mano;

Menzione di Merito a Giovanni Passarelli (Scanzano Jonico, MATERA), Ai tuoi piedi;

Menzione Speciale a Carmela Tuccari (Aci Sant’Antonio, CATANIA), Natale mistero di Salvezza.

– Poesia in Vernacolo Siciliano a tema religioso:

1) Zina Ferrara Musumeci (Trappitello Taormina, MESSINA), Matri;

2) Gaetano Lia (Monterosso Almo, RAGUSA), Lonca la notti... (Dialoghi notturni di un ammalato);

3) Paola Giuseppa Ferraro (San Pietro in Casale, BOLOGNA), A facci ro 'Bbamminu;

Menzione d’Onore a Emanuele Insinna (Palermo), Santa Matri Misiricurdiusa;

Menzione di Merito a Giuseppe Sammartano (Paternò, CATANIA), ‘A strata giusta;

Menzione Speciale ad Antonella Vinciguerra (Chianchitta Taormina, MESSINA), Non ti scurdari du Signuri.

– Poesia in Lingua Italiana a tema libero:

1) Gaetano Catalani (Ardone Marina, REGGIO CALABRIA), Sulla via delle mangrovie;

2) Anna Maria Deodato (Palmi, REGGIO CALABRIA), Vivo (pensieri scomposti di un carcerato);

3) Giuseppe La Rocca (Trappeto, PALERMO), Le pietre del Carso;

Menzione d’Onore a Federico Guastella (Ragusa), Colloquio con l'anima;

Menzione di Merito a Salvatore Bordino (Palermo), Andavo per la strada;

Menzione Speciale a Gaetano Spinnato (Mistretta, MESSINA), Dietro il vetro... letto 6.

– Poesia in Vernacolo Siciliano a tema libero:

1) Cinzia Pitingaro (Castelbuono, PALERMO), ‘U vecchiu c’aspittava;

2) Rosaria Lo Bono (Termini Imerese, PALERMO), Un curriri picciriddu ;

3) Francesco Billeci (Borgetto, PALERMO), Un cielu orfanu ri luna;

Menzione d’Onore a Giusi Baglieri (Catania), Matri (‘A me’ terra);

Menzione di Merito a Pierangela Castagnetta (Palermo), Li picciriddi vecchi;

Menzione Speciale a Orazio Minnella (Tremestieri Etneo, CATANIA), L'autra occasioni.

– Poesia in Lingua Italiana o Vernacolo Siciliano a tema libero, religioso e no (Juniores):

1) Antonio Falliti (Santa Teresa di Riva, MESSINA), Ed è il voler rialzarsi;

2) Chiara Russo (Gaggi, MESSINA), Sono stato fortunato... io!;

3) Melissa Storchi (Bibbiano, REGGIO EMILIA), Amica mia...;

Menzione d’Onore a Flavio Oliveri (Gaggi, MESSINA), Piccolo Paesino;

Menzione di Merito a Laura Iannizzotto (Gaggi, MESSINA), La diversità non esiste;

Menzione Speciale a Claudia Troja (Gaggi, MESSINA), Accettarsi           .

            Premio Speciale “Parrocchia Sacro Cuore di Gesù” ad Angela Dipasquale (Chiaramonte Gulfi, RAGUSA), E’ matri; Premio Speciale “Padre Salvatore Arcidiacono” ad Aurora Carbone (Messina), Caro Papà; Premio Speciale “Prof. Pasquale Vinciguerra” a Paola Cozzubbo (Macchia di Giarre, CATANIA), ‘A sira quànnu si faceva notti; Premio Speciale “La Voce” a Francesco Vasta (Riposto, CATANIA), Figghiu di ‘sta terra; Premio Speciale “Mater Dei” a Daniil Mikhailovich Yatsenko (Castelmola, MESSINA), Madre, Tu sei con noi;      Premio Speciale “Spe Salvi” a Pierino Pini (Montichiari, BRESCIA), Preghiera a Maria; Premio Speciale “Primi Versi” a Martina Buemi (Trappitello Taormina, MESSINA), Guardando te; Premio Speciale “Orizzonte Scuola” a Selene Barbagallo - La Primavera, Viviana Di Cara - Inverno, Emily Franco - Grazie, Simone Garra - La mamma è…, Asia Maria Orlanducci - Poesia di Primavera, Veronica Pagano - L’amicizia, Giovanni Filippo Pagliarello - Non alzare l’arma, Carla Priolo - Per mia sorella, Mattia Tardanico - La mamma.

Il prestigioso “Excellence Award”, assegnato al Poeta che ha ricevuto il maggior numero di voti, è andato all’autrice ligure Rita Muscardin.

Durante la Serata, condotta con professionalità e garbo dalla Prof.ssa Angela Maria Vecchio, Presidente dell’AVIS “Giovanni Paolo II” di Gaggi, è stato inoltre reso pubblico il Bando della Dodicesima Edizione del Premio Internazionale di Poesia “Maria, Madre del Buon Cammino”, consultabile sulla Pagina facebook Premio di Poesia “Maria, Madre del Buon Cammino” – Trappitello Taormina. La scadenza di presentazione delle Opere in Versi è stata fissata per Domenica 16 Febbraio 2020.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Tel. 350/1184653. Pagina facebook: Premio di Poesia “Maria, Madre del Buon Cammino” – Trappitello Taormina.

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Messina. La Biblioteca Regionale si correda di un programma di eventi culturali sempre piu pregnanti di contenuti e di notevole interesse. Venerdì prossimo, 18 ottobre 2019,  avrà luogo presso la Biblioteca Regionale l'evento "I Siculi e la loro storia, in collaborazione con  il Cenacolo Culturale "Hortus Animae". Alle ore 17, in Sala  Lettura, con un incontro culturale, le cui argomentazioni prenderanno le mosse dal testo di Claudio D'Angelo:"La storia dei Siculi fin dalle  loro origini", con possibilità, al termine del momento proprio dei relatori, di brevi interventi da parte degli astanti. Saranno offerte letture di composizioni poetiche. Alle ore 19, sarà inaugurata presso il Salone Eventi, un'esposizione bibliografica a tema. Dopo la giornata inaugurale, la mostra sarà ancora visitabile sabato 19,dalle 17 alle 20, e domenica 20 ottobre,dalle 10 alle 13.E resterà fruibile anche la settimana successiva,da lunedì 21 a mercoledì 23, dalle 10 alle 13. L'evento è libero e non occorre prenotazione. 


 

 

La crisi dell’impresa del comprensorio turistico: amministratori, imprenditori ed esperti a confronto per  strategie per la mission Turismo 

 

Gennaro Galdi 

 

Taormina – Taormina ed imprese: incontro al vertice,  per adottare strategie idonee al perseguimento della mission dell' "azienda Taormina" della città a vocazione turistica e mission turismo d' élite o medio alto. Amministratori, imprenditori ed esperti hanno effettuato un’attenta disamina della situazione delle imprese nel settore turistico ed oltre. Il tutto è avvenuto nel corso del convegno che aveva, appunto, per tema “Crisi, aiuto e sostegno all’impresa”. Un appuntamento questo che visto una partecipazione altamente qualificata. Il momento di confronto, promosso da Aiace (associazione consumatori) e Pro loco di Taormina, con il patrocinio del Comune della città del centauro, si è svolto, nei giorni scorsi, all’interno dei suggestivi locali dell’archivio storico di via Teofane Cerameo. Il momento è stato anche dedicato alla memoria dello scomparso presidente di Aiace, Franz Buda. Ad affrontare il tema, che riguarda tante imprese nazionali e locali, sono stati numerosi esperti del settore. Ad effettuare gli onori di casa è stato l’assessore alla Cultura, Francesca Gullotta. Interessante l’intervento della Gullotta che ha voluto lanciare una possibilità di intesa tra il mondo imprenditoriale e quello, appunto, della Cultura. Poi la parola è passata all’assessore al Commercio, Andrea Carpita, che ha affrontato i temi delle problematiche quotidiane di una città come Taormina. In seguito si sono registrati gli interventi di: Daniela Cardillo, (che ha effettuato un quadro delle questioni che riguardano il comprensorio e l’area di Giardini Naxos), Roberto Roma (vice sindaco di Alì, che si è rivolto alla situazione delle imprese della sua area), Gerardo Schuler (rappresentante dell’associazione albergatori taorminesi che ha effettuato un puntuale resoconto delle questioni che attanagliano gli industriali dell’ospitalità), Carmelo Pintaudi (presidente di “Imprenditori per Taormina”, che ha precisato come il settore commerciale, specialmente nella “Perla”, sia in crisi ed ha auspicato il rispetto delle regole), Nino Scandurra (presidente di “Taormine”, associazione commercianti, che ha effettuato un’analisi del momento), Mario Ianniello (autore di un intervento che ha messo alla luce le questioni dei lavoratori, consegnando un documento con le possibili soluzioni all’associazione Aiace, disposta, comunque, ad interessarsi di quanti sono impegnati nel comparto turistico), Nico Salerno (tour operator che si è dedicato al punto di vista delle agenzie di viaggio), Vittorio Sabato (imprenditore che ha sottolineato come, spesso, le imprese hanno difficoltà di accesso agli aiuti che sono messi a disposizione dalle nuove normative) e Sergio Spadoni (presidente di Pro loco Taormina che ha porto il saluto ai presenti). Poi la parola è andata ad un gruppo di esperti del settore del calibro di: Alberto Maugeri (che ha affrontato con concretezza l’argomento: “Crisi d’impresa”), Salvatore Leotta (“Finanziamenti alle imprese”) e Andrea Maggio (“Centro studi economici”). Tra i relatori anche il presidente nazionale di Aiace, Giuseppe Spartà, che ha concluso, in maniera chiara, questo appuntamento che ha voluto dare una speranza a quelle aziende che si trovano in difficoltà. “Il momento è stato assolutamente importante – ha spiegato il massimo esponente del sodalizio dei consumatori – per dare consigli e soluzioni alle imprese su questioni, magari da affrontare insieme al nostro sodalizio”. Si è trattato, dunque, di un convegno che ha voluta dare fiducia alle imprese. Particolarmente qualificata la presenza in sala. Hanno raggiunto, infatti, l’archivio storico taorminese noti personaggi del mondo imprenditoriale e professionale locale tra cui, assieme a tanti altri: Franco Parisi, Maurizio Vinciguerra, Italo Buda, Gaetano Caliri, Marco Talio ed Antonio Lombardo. I lavori si sono conclusi con un “coffe break” organizzato da Maria Di Stefano, “cuore pulsante” di Aiace. Ha moderato l'incontro il giornalista Mauro Romano. Maria Teresa Prestigiacomo  critico e giornalista,  taorminese d' adozione, ma habitué  di mostre d' arte, a Bruxelles,  ha comunicato  tramite il moderatore  il brillante giornalista Mauro Romano, la disponibilità a mediare i rapporti tra Taormina e Bruxelles, per quel che riguardi i fondi europei, attraverso l' individuazione di  una  preziosa agenzia ad hoc che ha manifestato massima professionalità nell' analisi progettuale delle imprese, al fine di una proficua erogazione dei fondi europei che spesso restano a disposizione di un plafond,  destinato, purtroppoad altri Paesi U. E.

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30