Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Articoli filtrati per data: Venerdì, 29 Marzo 2019

Messina, 28 marzo 2019. Nei giorni scorsi presso i centri trasfusionali delle Aziende Sanitarie cittadine si è tenuta la quarta edizione della giornata dedicata alla donazione del sangue. La campagna di sensibilizzazione, denominata "Un solo donatore può salvare tre vite - vieni a donare", promossa dal Lions Club di Messina, con il supporto della Brigata "Aosta", ha coinvolto ufficiali, sottufficiali e volontari del comando brigata "Aosta", del 5° reggimento fanteria "Aosta", del 24° reggimento artiglieria "Peloritani" e del reparto comando e supporti tattici "Aosta", che hanno aderito con grande entusiasmo a questa inziativa con oltre settanta donazioni.

Foto.4 Rappresentanti delle Aziende Ospedaliere con un gruppo di donatori

L’attività era stata presentata alla stampa, dal presidente del Lions Club di Messina lo scorso 14 marzo, presso il salone delle bandiere del Comune di Messina, alla presenza dei rappresentanti dei centri emotrasfusionali dell'Azienda Ospedaliera Papapardo e dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "G. Martino" e dal direttore sanitario della Brigata Meccanizzata “Aosta”. Un appuntamento che si rinnonnova per il quarto anno consecutivo, che evidenzia quanto gli uomini e le donne dell’Esercito siano attivi e presenti nel tessuto sociale della città peloritana. Al termine di questa iniziativa la città potrà affrontare con più serenità l’approssimarsi della stagione estiva, dove più alta è la richiesta di sangue. I militari dell'"Aosta", con questo semplice gesto hanno testimoniato quei valori di solidarietà, generosità e altruismo, che sono intimamente connessi nell'essere donatore e nella "professione" del soldato.  

Pubblicato in Comunicati stampa

Salone Eventi della Biblioteca ( via I Settembre, 117-Palazzo Arcivescovile)

 

Sabato 30 marzo 2019, ore 17

  • Inaugurazione dell'Esposizione curata dalla Biblioteca Regionale
  • Presentazione del libro:“Oralità dell'immagine. Etnografia visiva nelle comunità rurali siciliane” di Rosario Perricone

La società odierna appare sempre più impregnata da un linguaggio incentrato sulle immagini, proposte, anche grazie all'utilizzo dei moderni social, come mezzo di trasmissione di spaccati della vita quotidiana, di momenti personali e pubblici, di atteggiamenti di pensiero e persino dei più intimi sentimenti. Si viaggia veloci –anche troppo- tra i tanti “post”, le storytelling di instagram, le immagini televisive, l'abitualità dei “selfie”, per fissare nel tempo ogni occasione.

La fotografia, nel suo senso originario, nata nella prima metà dell'Ottocento, per fortuna,però, continua ad affascinare ancora, rappresentando, di certo, nel contempo, il mezzo di espressione più immediato, per raccontare e raccontarsi, per perpetuare contesti significanti e perpetuarsi. L'oralità dell'immagine non esclude, però, la complementarietà della tradizione scritta per una più completa ricostruzione degli accadimenti occorsi.

La tematica sarà trattata sabato 30, alle ore 17, presso il Salone Eventi della Biblioteca Regionale di Messina, in occasione della presentazione del saggio “Oralità dell'immagine. Etnografia visiva nelle comunità rurali siciliane” del Prof. Rosario Perricone, Docente di Antropologia culturale e Museologia nell'Accademia di Belle Arti di Palermo e Direttore del Museo internazionale delle marionette “Antonio Pasqualino” di Palermo, e dell’inaugurazione di un'esposizione bibliografica, fotografica e documentaria a tema curata dalla Biblioteca stessa.

Introdurrà il dibattito la Dirigente Responsabile della Biblioteca, Dott.ssa Tommasa Siragusa e porgeranno i saluti il Curatore Scientifico del Museo Cultura e Musica popolare dei Peloritani, Dott. Mario Sarica, e il giornalista Sergio Di Giacomo, in qualità di componente dell'Associazione “Antonello da Messina”, organizzazioni queste ultime che hanno collaborato alla realizzazione dell'iniziativa culturale, contestualmente all'Associazione “Kiklos”; seguiranno, quindi, gli interventi dell'Antropologo, Dott. Sergio Todesco e del Docente Universitario, Prof. Dario Tomasello. I lavori saranno moderati dalla giornalista, Dott.ssa Milena Romeo.

Con il volume “de quo”, ricco di fotografie realizzate tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento, che ritraggono individui, gruppi o momenti cerimoniali e rispecchiano la “concezione del mondo e della vita” propria di quella società contadina, l'autore propone un profondo rinnovamento, tanto dell'“oggetto” fotografia, quanto dello sguardo antropologico su di essa.

Per quanto concerne il percorso espositivo, la Biblioteca Regionale fornirà ai visitatori una rappresentazione della società rurale, attraverso l'allestimento di una mostra di fotografie d'epoca, tratte dalla “Collezione Iconografica Messano-Calabrese”. In particolare, saranno in esposizione scene di vita bucolica e gruppi di persone con i caratteristici costumi, in posa o intenti nelle consuete attività di vita agreste: il momento della mungitura, una popolana nell'atto del filare attraverso il fuso, la figura dello zampognaro, un'antica foto di gruppo su un caratteristico carretto siciliano, etc.

Verrà proposta,altresì, una mostra bibliografica e si potranno riscontrare volumi illustrati con scatti di famosi fotografi italiani, e siciliani in particolare, quali: Scianna, Leone, Vizzini, Giulio Conti; non mancheranno poi quelli dei fratelli Alinari. Sfogliando i testi, si passeranno in rassegna scorci di vita contadina, di affetti familiari, di ricorrenze quali cerimonie, battesimi, matrimoni, riti religiosi, processioni e antichi mestieri. Ad arricchire l'esposizione a tema, anche libri sulla gastronomia siciliana, per esaltare la convivialità della nostra popolazione, e, ancora, testi di riferimento per una maggiore conoscenza dell'argomento, a firma di Pitrè,Perricone, Sarica, Todesco e tanti altri. Tra le pubblicazioni esposte, non si può non menzionare “Verga/Fotografo” di Giovanni Garra Agosta, che offre una visione nuova dello scrittore dei “Malavoglia”, quale appassionato alla nascente arte della fotografia: sono tanti gli scatti operati dal Verga con la macchina fotografica a cassetta e, in seguito, con quella istantanea, scatti intimi che ritraggono familiari e amici e, poi, un vero e proprio reportage di immagini che hanno lasciato impressi sulla pellicola gli ambienti e la gente di Sicilia. Tutte figure e paesaggi che, dal Verga-Fotografo, saranno sicuramente transitate (dall'obiettivo) alla penna, per rivivere tra le pagine dei suoi libri.

Durante l'inaugurazione e nei giorni di apertura al pubblico della mostra, verrà proiettato un video con immagini a tema che costituiscono una vera e propria documentazione, una sorta di fotocronaca delle famiglie messinesi riprese nei momenti di festa, durante matrimoni o altre ricorrenze, e/o di lavoro e,in particolare, di mestieri dei tempi passati. Le fotografie, donate alla Biblioteca Regionale da privati,traggono la loro genesi da uno dei “Progetti Scuola” intercorsi fra il nostro Istituto e le realtà scolastiche cittadine.

Completeranno, infine, la rassegna alcuni pannelli espositivi e ingrandimenti di immagini derivate dai testi in materia posseduti dalla Biblioteca.

Dopo l’inaugurazione, l'esposizione bibliografica, fotografica e documentaria sarà fruibile fino al 12 aprile c.a., esclusivamente dal lunedì al venerdì, h. 9:00-13:00 e anche mercoledì pomeriggio, h. 15:30-17:30.

L'ingresso è gratuito e non occorre prenotazione.

Info:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Comunicati stampa

- di Maria Teresa prestigiacomo -

Messina

SI RINNOVA LA MAGIA  DEGLI APPUNTAMENTI DELLA " RASSEGNA CONCERTISTICA 2019 " AL MUSEO DEL NOVECENTO.

 DOMENICA 31 MARZO, ALLE ORE 18:00, CON INGRESSO GRATUITO,  il " Conservatorio Arcangelo Corelli " al Museo del Novecento per la rassegna  " I MUSICISTI DEL CONSERVATORIO E LA MEMORIA " proporrà il Concerto per Pianoforte del M° Francesco  Ingemiche eseguirà musiche di Mozart, Beethoven, Debussy, Chopin e Paganini

Per chi volesse effettuare una VISITA GUIDATA al Museo, potrà farlo al costo ridotto  di  € 3,00 con inizio alle ore 16:30.

 Cordiali saluti

 Museo del Novecento

L'ufficio Stampa  e Comunicazone

Allegato  n° 1:   Programma  Rassegna  Concertistica.

Allegato  n° 2:   Programma  Concerto 31 Marzo

Museo Provinciale Messina nel '900

Orario invernale

Mattina ore 10:00 – 13:30

Pomeriggio Chiuso

È possibile prenotare visite, ad orari diversi di quelli indicati per gruppi di minimo 10 adulti

Viale Boccetta alto –   Messina

( seguire segnaletica dal Liceo Archimede

Inversione ad  “u”   al 1° semaforo per chi arriva dall’ autostrada

info: 3897623501  email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.museomessinanel900.it

Pubblicato in Comunicati stampa

Calendario

« Marzo 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31