Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Articoli filtrati per data: Giovedì, 02 Agosto 2018

- di Giuseppe Messina -

La sera del primo di agosto u. s., nei locali del “Paladiana” di Milazzo, è stata inaugurata una pregevole mostra di pittura, scultura e fotografia di artisti dell’Associazione Culturale “FilicusArte”, presieduta dalla Prof.ssa Caterina Barresi, con il patrocinio gratuito dell’Amministrazione Comunale, che la inserita nel cartellone delle manifestazioni estive della città.

   L’esposizione, denominata “Sull’onda di un mare d’arte”, con apertura dalle ore 18,00 alle ore 23,00 che si concluderà il 12 p. v. vede la partecipazione di: Angela Impalà, Anna La Rosa, Carmelo Cacciola, Caterina Barresi, Vittorio Basile, Cristina Paffumi, Edoardo Marchetti, Elisa La Rosa, Francesco Conti, Giuseppe Cirino, JK Photos L’Immagine, Laura Nastasi, Maria Capone, Maria Torre, Maria Zaccone, Mimmo Cirino, Nella Parisi, Ninì Ingegnere, Rina Bono, Vitaliya Bruy, Giuseppe Messina.

   Tutti elementi validi le cui opere qualificate e qualificanti rappresentano impegno e capacità degli artisti di trasmettere emozioni sull’onda dei colori, ora vivaci ora tenui, nelle forme scultoree che emergono dalla grezza pietra e nel valore della luce per quanto riguarda le opere fotografiche. Opere componenti una esposizione degna di lode, forse tra le più qualificate organizzate dalla “FilicusArte”.

ARTISTI MOSTA MILAZZO RIDOTTA

   Se è vero che l’artista ha la facoltà di creare le varie forme della bellezza e queste hanno la forza di elevare l’animo umano, allora tali forme vanno onorate dal momento che spesso risultano essere genuine, rare e, a volte, uniche ed irripetibili. Ma se la creazione dell’artista, cioè l’opera d’arte, è da onorare a maggior ragione è da onorare chi crea l’opera d’arte medesima, ovvero l’artista. Purtroppo, spesso, l’artista passa inosservato, addirittura ignorato. Per fortuna non è così sempre ed ovunque, ma il più delle volte le autorità preposte credono, evidentemente sbagliando, che l’artista sia un inconcludente, uno che non ha niente di “importante” da fare, uno che dedica il suo tempo a distrarsi mettendo colore sulla tela, scalfendo una pietra un pezzo di legno o, comunque, facendo cose inutili, ed è forse per questo motivo che, delle volte, brilla la loro assenza in posti dove la loro presenza dovrebbe avere non soltanto il significato d’incoraggiamento, ma anche di gradimento. È importante mostrare gradimento nell’operato di chi si spende nelle importanti attività artistiche e culturali auspicando la crescita della società, in questo caso della bellissima Milazzo, città turistica ricca, soprattutto, della storia che circola intorno al suo imponente castello. Una città, purtroppo, ferita dal vandalismo di elementi indegni di essere definiti umani. Si ribadisce questo a ragion veduta:

Era il 27 di giugno del 2001 quando, in occasione del 50° anniversario della scomparsa dell’eroe del primo conflitto mondiale, Luigi Rizzo, nativo proprio di Milazzo, è stato inaugurato un monumento alla sua memoria costituito dal “M. A. S. 15” il “motosilurante” in bronzo tra le onde scolpite in marmo azzurro. Non molto tempo dopo, ignote mani hanno estirpato uno dei due siluri bronzei. L’Amministrazione Comunale del tempo è stata subito avvisata, persino dall’ammiraglio Paolo Pagnottella presidente dell’Ass. Marinai d’Italia, ma nessuno ha provveduto di fare installare una videosorveglianza né di fare restaurare l’opera d’arte. Non molto tempo dopo, le solite ignote mani hanno estirpato il secondo siluro. Ancora nessuna videosorveglianza e nessun restauro del monumento. Sono trascorsi tanti anni ed il monumento è ancora lì, sfregiato. Cosa aspetta chi di competenza, forse che le mani ignote portino via anche lo scafo bronzeo del “motosilurante” e poi anche il blocco di marmo scolpito così da risparmiarsi il costo del restauro?

   Comunque, a parte questa parentesi, la mostra alla sala vetri del “Paladiana” può essere definita una delle tante belle iniziative realizzate per iniziativa di Associazioni come la “FilicusArte” che intendono, veramente, fare cultura anche se con tanti ostacoli e difficoltà economiche, come per la maggior parte delle Associazioni Culturali.

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Taormina, Me. “Sfido chiunque a non emozionarsi”:cosi afferma Nicola Piovani, uno dei maggiori compositori in campo internazionale e soprattutto per le colonne sonore dei film che ci hanno regalato intense emozioni e continuano ad emozionarci. Il Premio Oscar di indiscussa fama, non è la prima volta che si esibisce al Teatro Antico, riscuotendo notevoli consensi di pubblico e di critica. Oggi, sicuro più che mai, ci garantisce che nessuno potrà esimersi da provare emozioni nell'ascolto della sua musica. Pertanto, il concerto si profila  come uno di quei concerti da non perdere.  

NICOLA PIOVANI e1533127029447 625x350

Al Teatro Antico di Taormina il Premio Oscar dirigerà l’Orchestra sinfonica Siciliana nella penultima tappa del programma estivo della Fondazione,il 4 agosto alle ore 21,30. Il compositore: “Sono molto incuriosito nel suonare a Taormina. Quanto all’emozione, a mettere piede nel teatro antico sfido chiunque a non emozionarsi, sia come spettatore, sia come musicista…”

Penultima tappa del programma estivo per l’Orchestra Sinfonica Siciliana che sarà diretta dal Premio Oscar Nicola Piovani. Il brillante e valente compositore e musicista romano dirigerà l’Orchestra al Teatro Antico di Taormina il 4 agosto alle ore 21.30. Piovani proporrà alcune celebri musiche che lo hanno reso noto in tutto il mondo, da La vita è bella, colonna sonora che gli valse il Premio Oscar nel 1997 a Kaos dei fratelli Taviani, per finire a Il marchese del Grillo di Mario Monicelli e Fellini suite.

Piovani non nasconde la sua emozione all’idea di suonare nella magica cornice di Taormina. “Sono molto incuriosito sì, molto. Quanto all’emozione, a mettere piede nel Teatro di Taormina sfido chiunque a non emozionarsi, sia come spettatore, sia come musicista…”

Piovani ha già diretto altre volte l’Orchestra Sinfonica Siciliana con la quale ha un consolidato rapporto di collaborazione e stima. Lo scorso anno Piovani ha diretto l’ultima nata, l’Orchestra Giovanile Siciliana, in diretta televisiva su Rai 1 per ricordare Giovanni Falcone e le vittime delle stragi mafiose. Sei milioni di ascoltatori hanno seguito l’esecuzione de “La vita è bella” sull’autostrada, allo svincolo di Capaci.

orchestra sinfonica

Piovani nella sua carriera ha composto tanta musica. Famosa la sua collaborazione con Fabrizio De André per gli LpStoria di un impiegato e Non all’amore, non al denaro, né al cielo, scritti a quattro mani, ma è il cinema ad averlo ispirato maggiormente, avendo composto colonne sonore di ben 180 anni. Tra i brani proposti c’è la colonna sonora di Kaos.

“Quando ho scritto la musica di Kaos dei fratelli Taviani,  - dice Piovani - non avevo mai visitato la Sicilia. Ho lavorato pensando a una Sicilia immaginata, letteraria, Verga, Pirandello… presuntuosamente mi paragonavo al livornese Mascagni che scrive Cavalleria rusticana – quando siamo molto giovani ci piace pensare alto, al di sopra della nostra portata. Poi, in seguito, dopo aver ricevuto lettere di molti siciliani che amavano la musica di Kaos, ho cominciato a scendere nell’isola, a lasciarmi incantare dalle bellezze aspre e sensuali di questa terra.”

Piovani ha vissuto l’infanzia immerso nella musica. Figlio di Alberico, componente della banda musicale di Cerchiano, paese alle porte di Roma, aveva a disposizione mandolini, trombe, chitarre, fisarmoniche. “Ricordo un insegnante di fisarmonica a domicilio – dice il compositore – mi insegnava parafrasi dalla Traviata, qualche trascrizione di Pasodoble e una marcetta molto enfatica, Pietro ritorna. Ho rivissuto quelle intense sensazioni dell’infanzia molto tempo dopo, sull’isola di Creta, quando vidi suonare il maestro Hadjidakis. Guardando correre le sue dita sulla fisarmonica, tra gelsomini inebrianti, ripensai al mio vecchio insegnante e al suo candore eroico e dozzinale”.

Nicola Piovani. Nato a Roma il 12 maggio del 1946, è pianista, direttore d’orchestra e compositore di musica per cinema e teatro, di canzoni. Diplomato in pianoforte al Conservatorio G. Verdi di Milano, è stato avviato alla composizione dal greco Manos Hadjidakis. Il suo primo lavoro è per un lungometraggio, N.P: Il segreto di Silvano Agosti. Da allora Piovani comincia a lavorare con i più importanti registi: Monicelli, Fellini, Bellocchio, Taviani, Moretti, Loy, Tornatore, Benigni, Fellini, per il quale musica i suoi ultimi tre film. Nel 1997 con la colonna sonora de La vita è bella, ha vinto il Premio Oscar. Nel corso degli anni ha ricevuto tre David di Donatello, quattro premi Colonna Sonora, tre Nastri d’argento, due ciak d’oro, il Gòlobo d’Oro della stampa estera. Intensissima la sua attività per il teatro.

Biglietti: 30-40-50 euro. Biglietti disponibili al Politeama Garibaldi a Palermo (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 091/6072532-3 oppure attraverso i circuiti Vivaticket e Ctbox. Oppure ancora al botteghino del Teatro Antico di Taormina due ore prima del concerto.

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

Taormina, Me. La Fondazione Taormina Arte Sicilia è presente nella programmazione di Anfiteatro Sicilia, la manifestazione culturale promossa dall’Assessorato regionale al Turismo, che contamina la storia, i luoghi, il territorio siciliano con spettacoli unici di alto livello artistico con l’intento di promuovere la Sicilia e racchiudere in circuito le produzioni messe in scena negli incantevoli teatri di pietra siciliani (Taormina, Catania, Tindari, Morgantina, con l’aggiunta della Villa Romana del Casale).

Dopo il grande successo dello scorso anno la Fondazione Taormina Arte Sicilia ripropone nella stupenda Villa del Casale a Piazza Armerina “Suoni e luci” (10, 18, 24 e 31 agosto). Suoni e Luci è un progetto che riporta la villa romana alle atmosfere originali con la presenza di musicisti all’interno della villa. Il tutto è reso suggestivo da un’illuminazione artistica realizzata appositamente per l’evento. In programma le arpe del Duo Palazzolo, gli archi e il clavicembalo di Ensemble Barocco di Messina, la musica barocca con il Duo Ars Vetus e il concerto conclusivo su musiche di Mozart del Quintetto Almeyda.   Il progetto è realizzato con la collaborazione dell’Orchestra da Camera di Messina e la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana.

       

Nella meravigliosa cornice del Teatro Antico di Taormina il 12 agosto la Fondazione Taormina Arte Sicilia propone “Antigone” di Sofocle, con Massimo Venturiello, Giulia Sanna, Ludovica Bove, Stefano De Santis, Francesco Patanè, Carla Cassola, Andrea Monno, Franco Silvestri, Andrea Colangelo, Angelo Tanzi, Giuseppe Spezia. La regia è curata dallo stesso Venturiello, le scene da Alessandro Chiti, i costumi da Helga William, le luci di marco Laudando e le musiche da Germano Mazzocchetti. Dopo tanti secoli il conflitto tra Creonte e Antigone continua ad interrogare la coscienza degli uomini, opponendo alle ragioni e alla potenza dello Stato, quelle del cuore.  È la grande forza politica del testo a renderlo sempre attuale: l’eterna lotta tra ribellione libertaria e potere tirannico, Pietas contro politica. È la rappresentazione della lotta mai arrivata a conclusione tra autorità e potere: un tema tuttora di costante attualità, purtroppo. Si pensi ai regimi totalitari in cui l’autorità è esercitata in maniera disumana. In replica il 13 agosto al Teatro Antico di Tindari. Sempre a Tindari il 19 agosto “Le Troiane” di Seneca con Paolo Bonacelli, Edoardo Siravo, Alessandra Fallucchi, Silvia Siravo, Marcella Favilla, Cecilia Zingaro e Gabriella Casali, per la regia di Alessandro Machìa. In una Troia avvolta dalle fiamme dall’inizio alla fine della tragedia, Seneca mette in scena un universo segnato dal lutto, dalla perdita del controllo sulle passioni, in cui l’umano si afferma soltanto nella sua possibilità di fare il male. Gli dei sono ormai presenze lontane e insignificanti, c’è solo l’uomo nella sua infinita solitudine e sofferenza. A dominare è la guerra. E la morte: una morte che è anche liberazione dal dolore e dall’assurdo della vita.

La Fondazione Taormina Arte Sicilia anche quest’anno inaugura la sua programmazione nel cuore della Sicilia antica nel magico Teatro di Morgantina L’11 agosto “Kkore. Canto delle accorate per chi ha un cuore” di Lina Prosa e il 12 agosto “Empedokles” per la regia di Enzo Gambino. “Kkore” con Sara Donzelli e Giulia Quagliarella, per la rega di Giorgio Zorcù, è uno dei miti fondanti dell’umanità, legato alla fertilità e quindi al futuro della specie. Al centro c’è una giovane donna, col suo carico di trasgressione, di attrazione, di pericolo; la “ragazza indicibile”, come l’ha chiamata il filosofo Giorgio Agamben. La grande drammaturga palermitana Lina Prosa - l’autrice italiana attualmente più tradotta all’estero - ha ripreso il mito per creare un nuovo testo teatrale al centro del quale ha posto la coppia madre - figlia. “Empedokles”, con Enzo Gambino, Barbara Capucci, Sandro Sciarratta ed Edoardo Savatteri, è un eroe tragico moderno perché supera la scissione ontologica con il binomio colpa-espiazione. È vittima delle violente tensioni tra natura e arte, figlio della sua epoca, vittima delle tensioni tra la forza universale e quella organica maneggiata dall'uomo). Egli è l’incarnazione stessa del destino che solo nella scelta estrema può riunificare soggetto e oggetto.

 La programmazione 2018 della Fondazione si conclude al Teatro Antico di Taormina l’11 settembre con “Orlando furioso. Il cavalier e l’Angelica”, opera musicale di Salvatore Guglielmino con l’Orchestra Sinfonica diretta dal Maestro Giuseppe Romeo. Un’opera che narra una successione di avventure, duelli, amori e magie, l’amore di Orlando per Angelica, la sua pazzia, le sue gesta, la sua dipartita a Roncisvalle attraverso la narrazione di due personaggi presenti anche nelle fantastiche avventure di Re Artù: il Mago Merlino e la Maga Morgana.

 Info:

Gli spettacoli al Teatro Antico di Taormina iniziano alle 21.30.

Gli spettacoli al Teatro Antico di Tindari alle 21.00.

Gli spettacoli nell’area archeologica di Morgantina alle 20.30.

Biglietti in prevendita su: www.boxol.it  o www.ctbox.it .

Punti venditi sul territorio Boxoffice.

In loco un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

www.taormina-arte.com

- di Maria Teresa Prestigiacomo -

 TAORMINA, Me. LA GRANDE MUSICA SI METTE IN MOSTRA
Grazie alla collaborazione tra Navigare e Puntoeacapo
chi acquista un biglietto per i grandi concerti Tao Musica 2018 al Teatro Antico di Taormina potrà visitare ad un prezzo scontato la Mostra multimediale su Amedeo Modigliani 
in corso di svolgimento a Palazzo Corvaja.
 A Taormina la grande musica “si mette in mostra", il fermento artistico, culturale e turistico dei mesi estivi trova infatti conferma nella sinergia tra due eventi di punta della stagione: il ricco programma del TAOmusica 2018 (www.puntoeacapo.uno) con alcuni dei più attesi concerti al Teatro antico e la prestigiosa mostra Modigliani Experience, Les Femmes (www.modiexperience.com), realizzata dallIstituto Amedeo Modigliani, che si sta svolgendo dal 9 Giugno al 21 ottobre a Palazzo Corvaja  Taormina. 

Grazie alla collaborazione tra Navigare e Puntoeacapo, i possessori dei biglietti d’ingresso ai concerti del TAOmusica 2018 potranno, infatti, usufruire di uno sconto (ticket € 7 invece di € 10, senza limiti di tempo) per vivere l’esperienza multimediale della mostra, con oltre 40 opere nelle quali è riprodotto l’immaginario femminile di Amedeo Modigliani insieme a contenuti multimediali, quali ad esempio un docu-video realizzato da Sky Arte, oltre ad animazioni e altri contenuti multimediali che arricchiscono la mostra rendendo levento un eccezionale momento di divulgazione culturale dellarte di Amedeo Modigliani.

TAOMUSICA 2018 // CONCERTI IN PROGRAMMA

Ermal Meta - 17 agosto
Gianna Nannini  18 agosto
Max Gazzè  25 agosto
Fabrizio Moro  29 agosto


Maggiori informazioni:    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Info: 345-2750787 /095-8176330

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31