Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Articoli filtrati per data: Martedì, 07 Novembre 2017

- di M. C. -

Lo dice lo stesso Tullio Solenghi. “In oltre due anni di tournèe in tutta Italia questo Boccaccio, colto ed esilarante allo stesso tempo, ha divertito il pubblico di tantissimi teatri. E ancora altre repliche sono in programma. Sono particolarmente felice che possa incontrare e divertire anche gli spettatori del Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto, dove torno con grande gioia”.

DSCF7397

Sabato 18 novembre,  il giorno in cui porterà in scena al “Mandanici” il suo “Decameron”, Solenghi ha in agenda un altro incontro speciale: nel foyer del “Mandanici”, alle ore 18:30,  consegnerà infatti, insieme con il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto  Roberto Materia e il direttore artistico Sergio Maifredi, gli attestati di partecipazione a Martina Genovese, Veronica Giambò, Dario Lombardo, Graziano Molino e Fabio Pirrotta, i giovani stagisti che hanno operato in assistenza alla regia de “Le parole volano”, spettacolo inaugurale della Stagione.

Poi, alle ore 21, Solenghi sarà sul palcoscenico del “Mandanici” per raccontare sei tra le novelle più amate e più conosciute di Boccaccio: Alibech,  Peronella, Madonna Filippa, Chicchibio e la gru, Federigo degli Alberighi ​ e ​Masetto da Laporecchio.  Un “Decameron” che – come ricorda sorridendo Maifredi – è “praticamente cabaret, per il grado di divertimento che assicura, ed è, allo stesso tempo, un modo per celebrare l’attualità e l’universalità del grande racconto italiano disegnato da Boccaccio”.

Lo spettacolo è anche una sorta di dono del Teatro Pubblico Ligure al Teatro Mandanici, due strutture che hanno in comune il direttore artistico. Maifredi ha infatti individuato nel “Decameron”, che ha il patrocinio dell'Ente Nazionale Boccaccio e che arriverà a Barcellona Pozzo di Gotto senza costi a carico del Comune, l’evento  capace di legare le sue due “case”, la Liguria e la Sicilia.

Con la regia dello stesso Maifredi, in collaborazione con Gian Luca Favetto, con Maurizio Fiorilla consulente letterario e Lucia Lombardo direttore di produzione, “Decameron” vedrà Solenghi interpretare la lingua originale di Giovanni Boccaccio rendendola accessibile e comprensibile “come fosse la lingua di un testo contemporaneo”.

Pubblicato in Comunicati stampa

Venerdì 10 Novembre, alle ore 17:00, presso il Centro Studi “Maria Costa” di Messina, presieduto dall’artista Pippo Crea, si terrà un reading poetico dell’Unione Mondiale dei Poeti (U.M.P.), movimento culturale presieduto dal Cav. Silvano Bortolazzi, già tre volte candidato al Premio Nobel per la letteratura.

L’evento, organizzato dal Presidente Comunale U.M.P. Renato Di Pane, coinvolgerà numerosi poeti provenienti dal messinese e sarà patrocinato moralmente dall’Associazione Nazionale del Fante di Messina (Ric. Min. Dif.) e dal CO.B.-G.E. (Inspired ONU-UNESCO-OMS), presieduti dal Comm. O.M.R.I. Prof. Domenico Venuti, Consigliere Nazionale A.N.F. per la Sicilia, e dall’Associazione “Terra di Gesù ONLUS”, presieduta dal Dott. Francesco Certo.

La fine dicitrice letteraria Clara Russo declamerà, altresì, alcune poesie partecipanti.

Gli intermezzi musicali saranno curati dai cantanti Mimmo Ambriano e Jacopo Genovese.

Relatori:

•          Renato Di Pane, Presidente Comunale U.M.P.;

•          Dott. Francesco Rigano, Presidente dei Medici U.M.P. e Coord. Sicilia-Calabria-Sardegna;

•          Geom. Antonino Scibilia, Presidente del Movimento Cristiano Lavoratori - Spadafora (ME);

•          Antonino Bevilacqua, volontario dell’Associazione “Terra di Gesù ONLUS”;

;

Partecipanti:

  • Angela Viola;
  • Elvira Bordonaro;
  • Francesco Rigano;
  • Francesco Schirò;
  • Gianni Amico;
  • Giovanni Malambrì;
  • Giulia Maria Sidoti;
  • Giuseppe Anastasi;
  • Giusy D’Argenio;
  • José Russotti;
  • Linda Iapichino;
  • Maria La Rosa;
  • Maria Morganti Privitera;
  • Maria Romanetti;
  • Mary Scarantino;
  • Pasquale Ermio;
  • Renato Di Pane;
  • Rosita Orifici Rabe;
  • Ruslana Kastusik;
  • Sabrina Santamaria;
  • Santa Folisi;
  • Silvana Foti;
  • Silvio Fucile;
  • Tina Andaloro Giordano.

Messina, lì 07/11/17                                                                                    Renato Di Pane

                                                                                                                     Segretario A.N.F. Messina

Pubblicato in Comunicati stampa

       

- La redazione -
Una giornata solare ha visto festeggiare a Messina l’Unità d’Italia e le Forze Armate, nel ricordo del sacrificio estremo ed eroico dei Caduti per la Patria. La Cerimonia aveva luogo a Piazza Unione Europea, sede di Palazzo Zanca, con la presenza di autorità civili, militari e religiose.e di Rappresentanze delle Forze Armate e di Corpi Armati dello Stato e dell’ANF Associazione Nazionale del Fante. che  interveniva con il Comm. O.M.R.I  prof Domenico Venuti Consigliere Nazionale con competenza per la regione Sicilia, che nella circostanza era accompagnato da numerosi Fanti della Sezione provinciale.di Messina. Subito dopo l’ingresso alla Cerimonia del Gonfalone della Città di Messina  ( decorato con medaglia d’oro al Valor Militare ) e della Città Metropolitana, il Medagliere del Nastro Azzurro, le Bandiere e i Labari  delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma. Veniva deposta la corona d’alloro con l’autorevole partecipazione del Prefetto Francesca Ferrandino, che  subito dopo in un proseguo leggeva  il messaggio inviato dal  Capo dello Stato Sergio Mattarella, che faceva  riferimento alla conseguita completa Unità d’Italia , rendeva  onore alle Forze Armate e rivolgeva  il suo pensiero commosso, con queste precise parole: “a tutti coloro che si sono sacrificati sull’altare della Patria e della nostra libertà, per l’edificazione di uno Stato democratico e unito

Pubblicato in Comunicati stampa